La prima fontana del vino è in Abruzzo

Una fontana non di acqua ma di vino? E’ pura realtà. La fontana abruzzese, diversamente dalle altre che sorgono a Roma, a Taranto e a Gorizia, distribuisce nettare rosso ininterrottamente e non solo in alcune occasioni.

La Fontana del Vino nasce il 9 Ottobre 2016 a seguito di una storia singolare. L’idea prende spunto dal Cammino di Santiago: a Navarra, una delle tappe del percorso, i pellegrini incontrano la fontana Bogedas Irache, da cui scende copioso il vino. Dina e Luigi Narcisi sono una coppia ortonese che nei tanti anni assieme ha camminato il mondo in lungo e il largo con vette himalayane, Monte Bianco, Dolomiti e ben 4 volte il Cammino di Santiago di Compostela, sempre insieme.

Nel 2013 sono tra i fondatori del Cammino di San Tommaso che percorrono ben 4 volte in questi anni. A Giugno 2016 mentre Dina è intenta a fare una sana sistemazione delle foto sul pc “inciampa” su quella scattata dai due a Estella, in Navarra, dove la cantina Bodegas Irache da più di 10 anni ha installato la prima Fontana del Vino al mondo.

Vede la foto, si ricorda di quelle belle giornate e decide di inviarla a Nicola D’Auria proprietario della Cantina Dora Sarchese di Ortona e anche lui tra gli animatori del Cammino di San Tommaso:“la facciamo anche lungo il Cammino una Fontana del genere?” recita il messaggio.
Nicola dice subito di no, poi ci pensa quasi tutta l’estate e a Settembre all’improvviso accetta.

La Fontana si farà.

Convoca il famoso architetto Rocco Valentini e gli chiede di realizzare un opera che sia in realtà anche un monumento al vino abruzzese e in particolare al Montepulciano d’Abruzzo.

L’architetto nota nel retro della cantina una vecchia botte molto grande inutilizzata e decide che quella diventerà la fontana.
La pone verticalmente, inizia a lavorare con le assi per renderla più affascinante nel design e utilizza solo materiale di riuso come una grande pietra di calcarea della Majella e altri elementi in ottone ricavati da attrezzature agricole.

Il principio è quello di far entrare il pellegrino/visitatore dentro la botte e farlo “sentire vino”.

Il 9 Ottobre 2016 viene inaugurata al Fontana davanti a migliaia di curiosi accorsi per l’occasione. Dalla stessa sgorga acqua e, come detto, dell’ottimo Montepulciano d’Abruzzo.

All’entrata per tutti i pellegrini e i winelovers campeggia la scritta:“Bevi vino, ché non sai donde sei venuto: sii lieto, perché non sai dove andrai.”che è la terza delle 12 quartine d’amore di OMAR KHAYYÂM.

La notizia della prima fontana del vino in Italia inizia a fare il giro del mondo, ne parlano il Time, Cosmopolitan. Condè Nast Traveller, Daily Mail, The Sun, The Telegraph e si potrebbe continuare grazie a una rassegna stampa che conta oltre 70 nazioni e 35 lingue diverse.
Da quel giorno la fontana del vino è meta di migliaia di visitatori, soprattutto stranieri, che – quasi come San Tommaso Apostolo – accorrono per vedere con i propri occhi se la notizia letta nel loro paese d’origine è vera oppure no.

La fontana oggi è una vera e propria attrazione turistica abruzzese, essendo davvero una sorta di monumento e sicuramente un “pezzo di design” unico al mondo e di cui essere fieri.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *