Izsam confermato laboratorio di referenza Fao

Da oggi, e per altri 4 anni, l’Izsam “G. Caporale” (Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise) continuerà a ricoprire il ruolo di Centro di Referenza Internazionale per l’Epidemiologia Veterinaria della Fao. La direzione generale del Dipartimento per l’Agricoltura e la Protezione del Consumatore della Fao l’8 agosto ha comunicato la conferma del prestigioso incarico per il quadriennio 2016-2020. Nel luglio 2012 l’Izsam è stato riconosciuto dall’organizzazione internazionale che si occupa dei problemi dell’alimentazione e dell’agricoltura nel mondo come Laboratorio di Referenza per l’Epidemiologia a livello internazionale grazie alle attività di alto profilo tecnico e scientifico svolte nel campo della Epidemiologia veterinaria, della valutazione del rischio, dello sviluppo di sistemi informativi geografici (Gis), nonché della predisposizione di applicazioni web per la sorveglianza delle malattie trasmesse da vettori. Nel periodo che va dal luglio 2012 al 2016, sotto la responsabilità della dr.ssa Daniela Morelli, il Centro ha collaborato con la Fao per sviluppare piani di formazione e definire le linee guida per il controllo delle principali malattie che riguardano la sanità pubblica a livello internazionale, comprese le infezioni a trasmissione vettoriale e le zoonosi. Ha partecipato, inoltre, a progetti e a missioni aventi come obiettivo la prevenzione e la lotta alle malattie animali con lo scopo di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni più disagiate, in Africa e Medio Oriente, sviluppando a tal proposito anche modelli di analisi del rischio delle principali zoonosi emergenti. Il livello tecnico scientifico delle attività svolte dall’Istituto zooprofilattico sperimentale è stato valutato altamente positivo e i responsabili della Fao hanno deciso di confermare l’Istituto nel ruolo di Laboratorio di Riferimento per l’Epidemiologia Veterinaria a supporto della Fao nelle sue attività di sostegno allo sviluppo dei Paesi Membri Il riconoscimento dell’organizzazione – commenta l’Istituto – conferma il ruolo di livello internazionale svolto nell’ambito dell’epidemiologia dall’Izsam “G. Caporale” già Centro di Collaborazione Oie (Organizzazione mondiale della sanità animale) per l’Epidemiologia, la Formazione, la Sicurezza alimentare e il Benessere animale e Centro di Referenza Italiano del ministero della Salute per l’Epidemiologia, l’Informazione e l’Analisi dei rischi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *