Giorni divini: l’Himerio vince terzo torneo Montepulciano 

Tre giorni di arte, storia, enogastronomia e musica hanno fatto registrare a Tagliacozzo un record di presenze a Gironi divini che con la giornata conclusiva di sabato hanno raggiunto e superato quelle degli anni passati. La manifestazione dedicata al vino e alla cultura, con “Palazzi aperti”, estemporanea di pittura, mostre d’arte di alto livello, degustazioni dei migliori vini d’Abruzzo e d’Italia, musica, relax e divertimento hanno richiamato, attorno alla figura di Dante Alighieri e alla battaglia di Tagliacozzo citata nella Divina Commedia, migliaia di visitatori oltre che da Avezzano e dalla Marsica, da territori del Centro Italia, dal Reatino, dall’Aquilano, dal Frusinate e in particolare da Sora, dalla Valle Subequana e dalla Valle Peligna, oltre che da tutto l’Abruzzo, senza dimenticare i tanti turisti romani in villeggiatura. Tutto ciò – spiegano gli organizzatori della manifestazione – per far conoscere Tagliacozzo in modo più profondo e viscerale e sotto una prospettiva diversa. Il torneo del Montepulciano, che si è tenuto sabato sera, ha visto gareggiare otto “campioni” rappresentativi delle varie province decretando un vincitore inaspettato che ha prevalso sulle grandi e rinomate cantine abruzzesi. Ma chi è questo? Come si chiama? Dove lo posso trovare? Erano queste le domande più frequenti che si ascoltavano al termine della degustazione che ogni anno chiude la manifestazione. Tutti a curiosare intorno alla bottiglia per capire chi fosse tale Himerio 2011 Montepulciano delle Colline Teramane che aveva ottenuto il massimo gradimento dalla giuria “popolare”. Per di più, precedendo nelle preferenze vini di produttori ben più blasonati e ben più noti al grande pubblico. Ecco allora il podio del “torneo di Dante” seguito dal breve resoconto di Franco Santini, giornalista del vino e uno dei coordinatori della guida Vinibuoni d’Italia, che ha condotto con divertimento la serata. Dietro al Montepulciano DOCG Colline Teramane Himerio 2011 – De Antoniis si è piazzato il Montepulciano Marina Cvetic 2011 – Masciarelli e a seguire il Montepulciano Toni’ 2010 – Cataldi Madonna. Questi, in ordine alfabetico, gli altri vini presenti alla gara: Castellum Vetus 2010 Centorame – Nonno Mariano 2010 Di Cato – Pentima 2011 Margiotta – Plateo 2010 Agriverde – Vasari 2011 Barba.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *