Teramo, CASUAL BYSTENDERS_SECONDO SOUVENIR il 12 maggio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 12/05/2016
dalle 19:00 alle 21:30

Luogo
Teramo

Categorie


ideazione, coreografia e regia Salvo Lombardo; con Lucia Cammalleri, Daria Greco, Salvo Lombardo; su musica di Luc Ferrari; sovrapposizioni sonore Salvo Lombardo; disegno del suono Fabrizio Alviti; disegno luci e video Luca Brinchi e Maria Elena Fusacchia; foto di scena Stefano Ridolfi, Spence Siss, Andrea Settanni, Michele Leccese; coproduzione Fabbrica Europa, CapoTrave/Kilowatt, Progetto Goldstein, Pierfrancesco Pisani; con il sostegno di Anghiari Dance Hub; Inteatro Festival_Polverigi; CID Cantieri/Oriente Occidente_Rovereto; DiD Studio/Danae Festival_Milano; ACS Abruzzo Circuito Spettacolo_Teramo; Villaggio d’Artista_Verbania; Verdecoprente Residenze_Umbria; Centro di Palmetta_Terni; [Non] Museo_Cesena; distribuzione Elena Lamberti per Karamazov Associati

Arriva Salvo Lombardo al Teatro Spazio Electa con il suo nuovo lavoro “Casual Bystanders_ SECONDO SOUVENIR”, giovedì 12 maggio alle 19.00, appuntamento firmato da ACS Abruzzo Circuito Spettacolo. Un lavoro interessantissimo che, coniuga alla coreografia, le più disparate forme d’arte, dando vita ad uno spettacolo multidsciplinare e originale allo stesso tempo. Nello specifico, Casual bystanders è un progetto avviato nel 2014 che, oltre alla creazione della performance omonima, ha portato alla realizzazione di un ciclo di azioni urbane, workshop, una video installazione, una esposizione fotografica, una installazione sonora e una piattaforma di condivisione on line. Secondo Souvenir, nello specifico, è il secondo studio scenico fondato sulla riconfigurazione coreografica di un corpus di gesti “non straordinari” ricavati dai frammenti cinetici, gestuali e verbali dedotti da Salvo Lombardo dalla relazione con i passanti in spazi pubblici tra il 2014 e il 2015. Le azioni di raccolta di queste informazioni fisiche, nel loro contesto urbano, sono state finalizzate all’elaborazione dal vero di un certo numero di frammenti motori e gestuali archiviati attraverso il corpo e poi trascritti in forma di enunciati su dei taccuini, numerati progressivamente, per essere rielaborati successivamente in forma coreografica. I contesti in cui hanno avuto luogo la serie di azioni preliminari e di raccolta sono stati i più disparati: piazze, strade, esercizi commerciali, biblioteche, musei, spazi espositivi, stadio, stazioni ferroviarie e metropolitane. Parallelamente si è accumulato anche un archivio sonoro ricavato da registrazioni ambientali e campionature sia in ambienti urbani che naturali. Questi frammenti vengono adesso ricomposti e sovrapposti a parti del brano Petite symphonie intuitive pour un paysage de printemps del compositore Luc Ferrari che nel 1973-74 crea questo componimento a partire da “suoni fissati” durante una scalata sull’altopiano Causse Méjean. Tra ottobre e dicembre del 2015 sono stati presentati tre esiti del primo studio intitolato Primo souvenir, nell’ambito di Kilowatt tutto l’anno, Zoom Festival e Anghiari Dance Hub.

Biglietto

Unico € 5,00

Info e biglietteria

Teatro Spazio Electa – c/o ACS Abruzzo Circuito Spettacolo – via Fedele de Paulis 9/a 64100 Teramo.

Info: 0861/212593 o www.acsabruzzo.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: