Popoli, DANIELE KIHLGREN E IL SUO LIBRO A VALLE REALE

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 28/07/2017
dalle Tutto il giorno

Luogo
Popoli,

Categorie


DANIELE KIHLGREN E IL SUO LIBRO A VALLE REALE, POPOLI | Venerdì 28 luglio ore 18

Nell’incanto dell’Azienda agricola vitivinicola VALLE REALE (Località San Callisto, Popoli) si terrà venerdì 28 luglio, alle ore 18, la presentazione del bel libro di DANIELE KIHLGREN dal titolo “I tormenti del giovane Kihlgren” (Ricerche&Redazioni Editore, 2017).

Durante la presentazione letture sceniche di alcuni brani tratti dal libro.

I diritti d’autore derivanti dalla vendita del volume sono destinati da Daniele al Progetto Rwanda, che mira a estendere l’assistenza sanitaria alle persone indigenti nel paese africano.

VALLE REALE

Valle Reale si trova fra le provincie di Pescara e L’Aquila, nel punto in cui i tre parchi si incontrano: il Parco Nazionale del Gran Sasso e i Monti della Laga a nord, il Parco Nazionale della Majella a sud e il Parco Regionale Naturale del Sirente-Velino a nord ovest. Questo è il cuore montuoso e selvaggio della regione. Un vero e proprio scrigno che racchiude la biodiversità dell’Italia intera. Grazie al suo ambiente ancora largamente incontaminato custodisce intatti numerosi ecosistemi e habitat, nonché moltissime specie vegetali e animali. Qui le estati e gli inverni si danno battaglia perché il caldo, tipico di queste latitudini dell’Italia centrale, contrasta con i rigidissimi inverni che imbiancano costantemente le vette più alte delle montagne e spesso innevano gli altipiani per giorni. Dal Gran Sasso i venti soffiano gelidi lungo le gole della Valle Peligna, in territorio di Popoli. Qui, a pochi passi da Valle Reale, si trovano le sorgenti del fiume Pescara, un’oasi di purezza protetta da leggi severissime che limitano le attività umane in tutta l’area. In questo ambiente intatto e pulito trovano rifugio e si riproducono alcuni fra gli animali simbolo dell’Abruzzo, primo fra tutti il lupo appenninico, poi l’orso bruno marsicano e il camoscio, ma anche i rapaci e molte altre specie oggi a rischio di estinzione.
In questo straordinario ambiente, l’Azienda agricola vitivinicola VALLE REALE produce i suoi preziosi e apprezzatissimi vini.

IL LIBRO

Si tratta del primo libro di Daniele Kihlgren, architetto e imprenditore italo-svedese che alla fine degli anni Novanta ha deciso di recuperare l’antico borgo di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila), trasformando l’intero paese in un albergo diffuso di straordinaria qualità, riscoprendo e valorizzando la cultura materiale del luogo. Un libro che non lascia indifferenti quello di Daniele, un testo molto intimo, una narrazione estremamente originale, nella quale rileggere una vita intera, tra racconti, testimonianze, memorie, intuizioni, emozioni…. I diritti d’autore derivanti dalla vendita del volume saranno interamente devoluti da Daniele Kihlgren al Progetto “Assistenza sanitaria per tutti”, che mira a offrire l’assistenza sanitaria alle persone indigenti in Rwanda.

«Tanti anni fa – scrive Daniele nelle pagine iniziali del volumetto, dalla veste grafica estremamente raffinata – arrivai per caso in un borgo quasi integralmente abbandonato della terra d’Abruzzo, Santo Stefano di Sessanio; mi ero perso per le vie sterrate intorno al castello medioevale di Rocca Calascio e, vagando per quei territori, giunsi per caso in una strada che risaliva la montagna verso l’altipiano di Campo Imperatore, finché apparve d’improvviso il borgo incastellato lambito da un piccolo lago creato da una fonte sorgiva naturale. Nel borgo antico e nel paesaggio agrario circostante non vi era segno alcuno del ventesimo secolo… Tutto si era fermato al tempo passato. Solo il borgo di pietra che si fondeva con un paesaggio rurale ricco di segni di antiche pratiche di sussistenza ormai quasi in disuso. Erano anni che cercavo luoghi dove ancora non si era corrotto un paesaggio storicamente così identificante il nostro paese fino a diventarne uno stereotipo dell’immaginario: borghi incastellati eretti sulla sommità delle colline, circondati dal territorio campestre…»

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: