Pineto, XVI Edizione Festival Internazionale Buskers dal 15 al 18 agosto

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 15/08/2016 al 18/08/2016
dalle 20:00 alle 23:30

Luogo
Pineto

Categorie


13900323_323253941344171_1148399038198856005_nDiverse le postazioni in cui si esibiranno gli artisti, con spettacoli ed azioni spesso in contemporanea, per garantire la fruizione di tutte le esibizioni alcuni artisti saranno presenti 2 giorni e altri per tutte e tre le serate. Occhio al programma!
Si comincia il LUNEDI’ 15 AGOSTO con il PICCOLO NUOVO TEATRO, trampolieri in parata e azioni di strada che nelle tre sere trasporteranno il pubblico in atmosfere oniriche ed evocazioni clownesche, con angeli in frac bianco e personaggi del circo.
1. LA CASA DEL VENTO: combat rock, folk.
Storica formazione in costante ricerca musicale, con all’attivo una interessantissima collaborazione con Patti Smith, la band toscana presenta multiformi sonorità che recano tracce di una esplorazione che va dal folk irlandese, americano, balcanico, latino, sempre più virato nel mondo del rock in cui l’impegno sociale è il fulcro attorno al quale ruota la loro creatività.
2. FRATELLI OCHNER: clownerie, acrobatica aerea, equilibrismo su sfere e bidoni, giocoleria, illusionismo. Presentano FLABADABA: un circo strampalato, pupazzi giocolieri, leoni equilibristi, papere ballerine, trapezi e corde, sfere di equilibrio, domatori di mani. Due figure: Lei, alleva rose tristi ed è una addestratrice di papere gonfiabili e tigri di peluche, lui è in eterna lotta con valigie e porte che non si aprono. … E poi un leone sbadato e goffo che si crede un supereroe. … Ed ecco che il circo più scombiccherato del mondo è pronto!
3. ALBERTO BERTOLINO: cantastorie, burattini, marionette organetto di Barberia.
Presenta IL GATTO CON GLI STIVALI, spettacolo di burattini tradizionale in baracca con musica dal vivo eseguita da un vecchio organo a manovella. La storia narrata è quella conosciuta anche se i personaggi sono un pò stravaganti e stralunati. …
4. IL PASSAGALLO: canti e suoni in terra d’Abruzzo.
Propongono in concerto una sintesi poetico-musicale di matrice popolare delle “culture diverse” disseminate nei secoli in Terra d’Abruzzo derivate dalle dominazioni dei popoli del Mediterraneo. Le sonorità, i ritmi ed i racconti leggendari presenti nel repertorio di tradizione orale abruzzese ci rimandano alle culture provenienti da terre lontane come l’Egitto, la Siria, l’Arabia, la Spagna e l’area balcanica. Il repertorio è caratterizzato da canti rituali, storie, ballate, stornelli d’amore e sdegno. L’incantevole voce di Graziella Guardiani esalta sia l’aspetto semantico dei testi che l’andamento di melodie ora sinuose e dolci, ora aspre ed incalzanti. Il sostegno armonico è affidato a strumenti legati alla tradizione come l’organetto e la fisarmonica magicamente suonati da Guerino Marchegiani; la chitarra battente ed il calascione di Carlo Di Silvestre arricchiscono l’impasto ritmico-sonoro mentre i tamburi a cornice di Fabio Di Gabriele accentuano l’effetto musicale catartico.
5. TONY DI GABRIELE: Chitarrista acoustic solo
Comincia a suonare la chitarra all’età di 11 anni prendendo lezioni da maestri come “Frank J Finger”, ho avuto l’onore di dividere il palco con grandi artisti come Goran Kuzminac e Banda Bardò. Il suo repertorio va, dal blues a pezzi di musica leggera italiana.
6. ANNA MARIA DE FEDERICIS: “le BOLLE di SAPONE come non le avete mai viste”.
Una sinfonia di bolle, di ogni forma e consistenza. Bolle piccole, bolle medie, bolle che tanto grandi da contenere un bambino e bolle ancora più giganti! Bolle di schiuma, bolle di fumo, bolle di fuoco, bolle che si lasciano toccare e modellare, bolle scolpite… Bolle che si trasformano in mezzi di trasporto!
7. UCCIO ALOISI GRUPPU: cantori della tradizione musicale salentina e di pizzica
L’eccezionale gruppo musicale erede del grande Uccio Aloisi propone testi e melodie dei vecchi cantori della tradizione popolare salentina, portavoce nel mondo del folklore puro della musica tradizionale italiana. Presentano un repertorio di canti di lavoro e di vita quotidiana al ritmo delle rime dei contadini salentini che parlano di coraggio, tristezza, amore, speranze, orgoglio, ninne nanne, tarante, stornelli. Il gruppo è composto da Domenico Riso al tamburello e voce, Gino Nuzzo voce e chitarra, Antonio Candeloro mandolino.
8. NANDO E MAILA: acrobazie aeree, trapezio e tessuti, giocolerie musicali pluristrumentali e prodezze sonore. Presentano SCONCERTO D’AMORE: Le acrobazie musicali di una coppia in dis-accordo. Inseguendosi nelle trame amorose, i due protagonisti trasformano la struttura da cui pendono il trapezio e i tessuti aerei in un imprevedibile orchestra di strumenti: batteria, contrabbasso, violoncello, arpa e campane che insieme alla tromba, bombardino, fisarmonica, violino e chitarra elettrica, creano un’atmosfera magica ed un insolito mondo sonoro dal rock alla musica pop dall’opera alla musica classica tra amore e disamore. Ferdinando D’Andria pluristrumentista, tromba, fisarmonica, cembali, bombardino, Maila Sparapani, attrice acrobata diretti da Luca Domenicali, in una sarabanda tra allegri diverbi musicali, teatrali e circensi con momenti lirici e romantici.
MARTEDI’ 16 AGOSTO
0. PICCOLO NUOVO TEATRO: trampolieri in parata e azioni di strada.
Artisti su trampoli trasportano il pubblico in atmosfere oniriche ed evocazioni clownesche: angeli in frac bianco e personaggi del circo animano la piazza coinvolgendo grandi e piccini. La tradizione e l’innovazione artistica del teatro di strada.
1. FRATELLI OCHNER: clownerie, acrobatica aerea, equilibrismo su sfere e bidoni, giocoleria, illusionismo. Presentano PASSATO DI CLOWN: Personaggi stralunati, domatori improbabili, ballerine acrobatiche aeree, pupazzi, giocolieri, equilibristi e mangiafuoco si avvicendendano sulla scena, alternando poesia e comicità in un omaggio al vecchio circo. In scena: Alberto Barbi, Lara Quaglia, Paolo La Torre.
2. ANNA MARIA DE FEDERICIS: “le bolle di sapone come non le avete mai viste”. Una sinfonia di bolle, di ogni forma e consistenza. Bolle piccole, bolle medie, bolle che tanto grandi da contenere un bambino e bolle ancora più giganti! Bolle di schiuma, bolle di fumo, bolle di fuoco, bolle che si lasciano toccare e modellare, bolle scolpite. … Bolle che si trasformano in mezzi di trasporto!
3. BARON’ S BAND: country folk
Principali influenze musicali della Baron’s Band sono Johnny Cash, John Denver, Elvis Presley, Bob Dylan, Jimi Hendrix, Guccini ma anche in Gruppi come Lynyrd Skynird, Led Zeppelin, Eagles, Nomadi e Dire Straits. L’organico è attualmente costituito da sette componenti:
Nicola Aloisi: violino/mandolino, Gianluca Ruffini: contrabasso/basso, Marco Di Simone: batteria, Luca Ettorre: chitarra elettrica, Maurizio Baroni: voce e chitarra, Magda White: voce e Donato Zizi: voce e chitarra, l’ispiratore del gruppo.
4. ALBERTO BERTOLINO: cantastorie, marionette organetto di Barberia.
Presenta STORIE BUCATE: con un vecchio organetto di barberia a manovella, a strisce di cartoni perforato, il cantastorie propone canzoni, storie e filastrocche. Dalla canzone francese a Domenico Modugno passando per De Andrè, Vecchioni, Battisti, Battiato, un omaggio alla figura del suonatore di organetto che animava le strade del secolo scorso. Le canzoni sono intervallate dal racconto della storia dello strumento, con filastrocche, teatrino di marionette e improvvisazioni.
5. PICCOLO NUOVO TEATRO: trampolieri in parata e azioni di strada
trasportano il pubblico in atmosfere oniriche ed evocazioni clownesche: angeli in frac bianco e personaggi del circo animano la piazza coinvolgendo grandi e piccini. La tradizione e l’innovazione artistica del teatro di strada.
6. NANDO E MAILA: acrobazie aeree, trapezio e tessuti, giocolerie musicali pluristrumentali e prodezze sonore. Presentano KALINKA: Il circo russo come non l’avete mai visto! Varietà circense con musica dal vivo, gags, atmosfere surreali, acrobazie aeree e giocoleria. Uno sgangheratissimo impresario-presentatore-spalla ed una non meno primadonna pasticciona duettano con contorsionismi esecutivi, sorprendono tirando fuori dai loro cilindri numeri di “acrobazie musicali”, atmosfere sonore che vanno dal folclore russo a quello sudamericano, suggestioni arabe, tzigane, canti sardi e pizziche tarantate, eseguite con maestria e strumenti caratteristici.
7. NOSENZO: cantautore e chitarrista virtuoso.
Le sue canzoni raccontano con grande sensibilità e originalità di piccole e grandi storie con ritmo, felicità e una incredibile energia positiva che fanno muovere il corpo e ballare, in una riscoperta anche molto colta della musica folk e gitana. Cultore della musica rom, per anni ha suonato come chitarrista in giro per il mondo tra musica reggae e musica popolare dell’est-Europa con diverse band, ha partecipato a molte tournée in Algeria e nei Balcani e collabora con importanti realtà tra cui l’Istituto Internazionale dei Teatri Mediterranei.
MERCOLEDI’ 17 AGOSTO
0. PICCOLO NUOVO TEATRO: trampolieri in parata e azioni di strada.
Artisti su trampoli trasportano il pubblico in atmosfere oniriche ed evocazioni clownesche: angeli in frac bianco e personaggi del circo animano la piazza coinvolgendo grandi e piccini. La tradizione e l’innovazione artistica del teatro di strada.
1. ALBERTO BERTOLINO: cantastorie, burattini, marionette organetto di Barberia. Presenta IL GATTO CON GLI STIVALI, spettacolo di burattini tradizionale in baracca con musica dal vivo eseguita da un vecchio organo a manovella. La storia narrata è quella conosciuta anche se i personaggi sono un pò stravaganti e stralunati. …
2. GASPARAZZO: rock, elettronica minimale e spirito popolare
Il nome del gruppo è un tributo a Roberto Zamarin e al suo geniale fumetto. Il progetto Gasparazzo nasce nel 2003 come laboratorio sperimentale di rumori, suoni e canzoni. Senza schemi e precisi riferimenti musicali la band suona e rappresenta uno stile di vita libero, reattivo, aperto e “presente“. La passione per la festa e l’energia scaldano le atmosfere che allietano il pubblico in una sarabanda musdicale di grande intuizione lirica. Il gruppo è composto da: Alessandro Caporossi Voce, Giancarlo Corcillo Fisarmonica, Generoso Pierascenzi Chitarre, Matteo Cimini Batteria, Roberto Salario Basso elettrico/Contrabbasso.
3. BANDA EITA: musica brasiliana
BANDA EITA presenta un omaggio alla “maravilhosa” musica brasiliana passando e pisando (calpestando) nella ricchezza vegetale, armonica, melodica e ritmica della Bossa Nova, del Samba, della MPB, fino al baiao del nordest brasiliano, allo Xote e al Forrò. BANDA EITA è un progetto musicale nato dall’incontro tra musicisti abruzzesi devoti e appassionati di musica brasiliana. Il gruppo è composto da Domenico Imperato alla voce, chitarra e pandeiro, Bruno Marcozzi alla batteria e percussioni, Nicola Di Camillo: basso elettrico.
4. ZIZI BROS BAND: sonorità ribelli.
Con un repertorio indefinito, poiché questi musicisti suonano quello che gli pare, regalando ad ogni serata un tocco di originale imprevedibilità. Il palcoscenico ideale di questa formazione sono le piccole situazioni e quella da Street Band, a diretto contatto con il pubblico: Maurizio Baroni in queste circostanze tira fuori tutto il suo meglio, andando tra la gente e facendola cantare e sentire parte attiva della serata, sempre pronti a stupire con sonorità gradevoli quanto musicali. La Band si compone di quattro componenti fissi, più un “jolly” che si aggiunge all’occorrenza: Donato Zizi alla chitarra e voce, Federico Zizi al basso, Giuseppe Zizi alla batteria, Maurizio Baroni alla voce, Marco Di Simone alla fisarmonica.
5. ANNA MARIA DE FEDERICIS: “le BOLLE di SAPONE come non le avete mai viste!”
Una sinfonia di bolle, di ogni forma e consistenza. Bolle piccole, bolle medie, bolle che tanto grandi da contenere un bambino e bolle ancora più giganti! Bolle di schiuma, bolle di fumo, bolle di fuoco, bolle che si lasciano toccare e modellare, bolle scolpite… Bolle che si trasformano in mezzi di trasporto!
6. CORE MEU: pizzica e tarantelle del centro sud Italia.
Il gruppo CORE MEU, propone uno spettacolo di Pizzica e Tarantelle del centro sud pregno di significati di tradizione popolare, di espressione di movenze corporee, a volte tecniche a volte libere, rivelatrici dei singoli sentimenti delle danzatrici e dei danzatori, i quali si muovono sempre su una sottile linea di confine tra un’estetica impostazione di danza e un inconsulto movimento dettato dall’animo di chi balla.
7. TONY DI GABRIELE: chitarrista acoustic solo
Comincia a suonare la chitarra all’età di 11 anni prendendo lezioni da maestri come “Frank J Finger”, ho avuto l’onore di dividere il palco con grandi artisti come Goran Kuzminac e Banda Bardò. Il suo repertorio va, dal blues a pezzi di musica leggera italiana.
8. KACHUPA: new folk rock, patchanka1 band
“Il nome della band è quello di un piatto tipico dell’Isola di Capo Verde, si tratta di una zuppa di ceci con carne o pesce che si mangia solitamente a pranzo. Kachupa nascono come band di strada itinerante su un piccolo carretto. La band ha suonato in prestigiosi festival e rassegne dividendo il palco con importanti artisti. La band è composta da: Lidiya Koycheva: Voce, Davide Borra: fisarmonica, Mattia Floris: chitarre, Alberto Santoru: basso, Stefano Petrini: batteria.
9. MYZEQEJA FOLK ENSEMBLE: musica folk albanese in abiti tradizionali
L’Ensemble è composto da 12 danzatori (6 coppie), 6 musicisti (1 fisarmonica, 2 clarinetti, 1 chitarra, 1 contrabbasso, 1 percussioni), 3 cantanti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: