L’Aquila, Festival della Partecipazione: il programma del 9 luglio

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 09/07/2016
dalle 09:00 alle 23:30

Luogo
L'Aquila

Categorie


festival della partecipazionesabato 9 luglio 2016
9.00 – PIAZZA DUOMO

RADIO ITALIA SVEGLIA! – in diretta con radio l’Aquila 1

10.00 – PIAZZA DELLA PARTECIPAZIONE

(parco del Castello)

Teatro forum. Un laboratorio

A cura di Parteciparte

Lo sapevi che esiste un metodo teatrale che permette di votare una legge, un bilancio o le infrastrutture di una città in modo creativo e democratico? Vuoi scoprire un metodo divertente che permette di affrontare i problemi della comunità e cambiare situazioni intollerabile? Partecipa a questa formazione aperta anche a chi non ha mai fatto teatro. Una performance finale verrà realizzata con le persone che lo desiderano.
10.00 – AUDITORIUM DEL PARCO

Vedi alla voce… partecipazione!

PARTECIPAZIONE Giovanni Moro

Tradizionalmente, nella vita dei regimi democratici, si è considerato partecipazione solo il voto o la militanza nei partiti, con qualche aggiunta di discussioni politiche al bar o con gli amici. Tutto il resto è classificato come “partecipazione non convenzionale”. Il problema è che negli ultimi decenni questo “non qualcosa” è diventato estremamente rilevante: mentre diminuisce il numero degli elettori e degli iscritti ai partiti, aumenta quello delle persone impegnate in altre forme di partecipazione. Per questo definire in che cosa consiste questo “non qualcosa” oggi è essenziale, anche perché non è tutto oro quello che luccica. Chi, come, a quali fini, con quali limiti e con quali risultati partecipa è quello che occorre identificare con precisione.

10,00 – info point Fontana luminosa

Lungo lo smart tunnel

Un’occasione per esplorare una delle più innovative opere della ricostruzione aquilana: lo Smart Tunnel. Si tratta di un tunnel sotterraneo all’interno del quale passeranno i principali servizi della città: acqua, luce, comunicazioni. I servizi sono posizionati in appositi vani del tunnel che è percorribile a piedi dai tecnici; quindi, in caso di guasti e/o di interventi di manutenzione sulle reti, è semplice individuare il problema ed intervenire. Risparmio energetico, rinnovo delle infrastrutture per la fornitura di servizi essenziali al cittadino, efficienza e sicurezza, queste sono le parole chiave alla base della progettazione e della realizzazione della nuova rete di sottoservizi per la città dell’Aquila. Una passeggiata alla scoperta del futuro. evento con prenotazione

10.30 – PALAZZO FIBBIONI – SALA RIVERA

Partecipedia

A cura di Giovanni Allegretti

Le esperienze partecipative hanno spesso un alto grado di trasformabilità e crescono incrementalmente nel tempo. Ciò fa spesso invecchiare velocemente le forme di mappatura che tentano di restituire un quadro della loro distribuzione e delle loro caratteristiche. L’esperimento del sito Wiki “Participedia” (nato da una collaborazione tra l’Università di Harvard e l’Università della British Columbia di Vancouver) nasce per cercare di ovviare a questi problemi e per sfruttare il potenziale della collaborazione tra cittadini e ricercatori nella mappatura del rapido sviluppo di esperimenti in nuove forme di politica partecipativa e di governo di tutto il mondo.

10,45 – PIAZZA DUOMO

TUTTA LA CITTA’ NE PARLA – in diretta con RAI – radio 3

conduce Pietro Del Soldà a cura di Cristina Castellotti con Rosa Polacco Gli ospiti, i “tratturi” e i temi del Festival raccontati ogni giorno in diretta al pubblico di Piazza Duomo e agli ascoltatori di Radio 3.

11.00 – PALAZZO FIBBIONI – SALA B

Tra Democrazia partecipativa e Cittadinanza attiva

Sabrina Alfonsi, Emma Amiconi, Marta Leonori, Fabio Pelini

Sono molte le strade e le formule che permettono un nuovo ruolo dei cittadini nel governo della cosa pubblica. Una serie di esperienze a confronto, tra amministrazioni cittadine e comitati, per leggere dall’interno delle pratiche di partecipazioni, virtù e criticità dei modelli teorici.

11.00 – PALAZZETTO DEI NOBILI

il mistero della Fiaccola scomparsa

l’avventuroso viaggio di un gruppo di eroi

attraverso i valori delle Olimpiadi

La fiaccola olimpica non si trova più e con essa sono andati perduti anche tutti i valori delle Olimpiadi, la storia, i suoi eroi, i suoi obiettivi. Il CIO ha però ideato un piano di emergenza: delegare “una squadra di ragazzi” che vada alla ricerca della fiaccola olimpica. Questo viaggio di ragazzi “comuni”, condurrà alla riscoperta della storia delle Olimpiadi e li farà approdare in paesi dalle culture e abitudini differenti. I ragazzi saranno gli eroi delle Olimpiadi ripercorrendo la storia dei giochi e i valori dei primi eroi sportivi sino ad inglobare i valori di cittadinanza attiva dell’eroe del futuro, non solo un leader forte, abile e coraggioso ma attivo, sostenibile e solidale.

11,00 – PIAZZA DUOMO

il Centro al… centro

In occasione dei suoi trent’anni di vita il Centro aderisce al Festival della partecipazione e sposta la sua redazione nel cuore della città. Per tre giorni, da venerdì a domenica, a partire dalle 11 e fino alla chiusura, i giornalisti confezionano il giornale in una struttura mobile su corso Federico II, all’altezza di piazza Duomo. È l’occasione per aprire il principale quotidiano dell’Abruzzo all’esterno, rendendo protagonisti i lettori. La redazione diventa anche un luogo di incontro e di scambio tra le idee di chi legge e la possibilità di farle diventare parte integrante del giornale che si va a costruire.
11.30 – AULA MAGNA SCIENZE UMANE

We the people. Le rivoluzioni tra le sponde dell’Atlantico

Giulio Giorello in dialogo con Geminello Preterossi

Per secoli s’è creduto che la filosofia dovesse insegnare ai potenti come governare. Oggi abbiamo invece compreso che il compito della Filosofia Politica è quello di controllare chi ci governa. Prima che a questa verità pervenissero alcuni dei migliori filosofi del ‘900, il controllo dei governanti era stato esercitato dai popoli delle isole britanniche e delle stesse colonie nord-americane in quell’arco di storia che va dal primo (e finora unico) esperimento repubblicano in Inghilterra alla creazione degli Stati Uniti d’America.

12.00 – CORTILE CIOLINA CIAMPELLA

Interdipendenze e felicità: uniamo i nostri lieviti per tornare ad essere comunità.

Un incontro tra gioco e riflessione

Tavolo esperienziale su prenotazione (20 partecipanti, dai 4 ai 104 anni!)

Cinzia Scaffidi. Coordina Roberto Ceschina

A partire da un racconto su un saggio cinese, l’inferno e il paradiso, sperimenteremo i legami e le interdipendenze che ci uniscono alle nostre comunità, e proveremo a impadronirci degli strumenti per ricostruirli, nella certezza che senza gli altri nessuno esiste. Un’ora di gioco partecipativo, di divertimento e pensiero collettivo.

12.00 – PALAZZETTO DEI NOBILI

MEMORIA VIVA. rimbalzo n. 2. A 50 anni da Firenze.

Acqua, terra, fuoco, aria. Quando la natura non è benigna

Giuliano Bianucci, Antonina Bocci Bargellini, Silvia Costa, Giuseppe De Micheli, Giorgio Valentino Federici

Il ricordo dell’alluvione che nel 1966 devastò Firenze e la Toscana diviene, 50 anni dopo, occasione per creare un hub globale della resilienza e delle sostenibilità. La Grande Alluvione, grazie anche alla gestione visionaria di Piero Bargellini, fu l’ occasione per creare il know-how nel restauro che consente oggi a Firenze di essere capofila dei progetti legati all’economia dei Beni Culturali e al progetto dei Caschi Blu dell’ONU. Il cinquantesimo dunque come punto di partenza di MemoriaViva/LivingMemory, percorso di internazionalizzazione che vedrà nei giovani, Angeli del web 4.0, i protagonisti di un racconto fatto di partecipazione e solidarietà.

12.30 – PALAZZO FIBBIONI

A 1000 Miglia: Cacciatori di sogni

Workshop a cura del Parco Nazionale Gran Sasso-Laga

L’esperienza è nota in Italia come 1000 Miglia e si fonda sulla “cattura dei sogni” di una popolazione attraverso un viaggio che permette di cogliere una realtà umana profonda percorrendo strade secondarie, inventando tappe e cammini, facendo emergere un patrimonio sociale e cognitivo ricco e rappresentativo di comunità. Dodici giovani saranno i “cacciatori di 1000 sogni” di altrettante persone per caratterizzare, insieme a dreamcatalyst, scenari di crescita e sviluppo di attività nel Parco.

15.00 – AUDITORIUM DEL PARCO

Vedi alla voce… partecipazione!

RAPPRESENTANZA Giovanni Moro

La rappresentanza è rendere presente qualcuno che è assente attraverso il doppio ruolo di “parlare a nome” e “agire per conto” dei rappresentati che il rappresentante svolge. In politica la rappresentanza si forma e si legittima attraverso il voto dei cittadini su base di eguaglianza. Negli ultimi decenni, tuttavia, nuovi soggetti, esigenze, problemi, luoghi e interessi sono stati resi presenti nella vita pubblica da organizzazioni che non partecipano alle elezioni e il cui ruolo di rappresentanza è tanto efficace quanto incerto. Ad esempio, si difende l’ambiente a nome delle generazioni future, dalle quali nessuno è stato delegato, eppure le politiche ambientali sono diventate più efficaci e stringenti anche grazie a questo. Ma resta aperto il problema di “chi rappresenta chi”, come, su quale base di legittimazione e con quali effetti.
15.00 – Casematte, ex O.p. di Collemaggio

Metti una sera un bene… 6 cappelli per il riuso

dei beni pubblici

A cura di Alfonso Raus

Con il laboratorio si “mette in gioco” un bene pubblico inutilizzato che assume una rilevanza per la comunità locale aquilana.: l’ex OP di Collemaggio. Attraverso l’interazione qualificata di esperti e il coinvolgimento dei cittadini, si sviluppa un ragionamento a più voci per delineare possibili azioni di rigenerazione di uno spazio con finalità di interesse generale e di sviluppo culturale, sociale ed economico . Indossando metaforicamente i “6 cappelli” colorati, gli esperti assumono gli atteggiamenti che si possono presentare durante l’analisi di un problema e per produrre idee.

15.30 – PALAZZO FIBBIONI – SALA B

Calcio, tifosi e partecipazione: l’esperienza dei supporter’s trust

Un dialogo tra alcune delle esperienze più rappresentative del territorio nazionale: la Fondazione Taras 706 a.C. di Taranto, Sogno Cavese di Cava de’ Tirreni e Sosteniamolancona, a tirare le fila Supporters in Campo, l’associazione rappresentativa dei supporters’ trusts de L’Aquila Me’, costituito nell’ottobre del 2014 con lo scopo di rappresentare in maniera inclusiva e democratica tutta la tifoseria de L’Aquila Calcio e di portare la su voce all’interno del club rossoblù per contribuire a migliorarne la gestione e valorizzarne l’identità. La nuova, originale e positiva esperienza delle associazioni di supporter come proprietà delle società calcistiche. Un modello di gestione e condivisione utile a superare anche le logiche violente che governano la vita negli stadi del “gioco più bello del mondo”.

16.00 – PALAZZETTO DEI NOBILI

Manuela Appendino, Daniele Bonacini, Andrea Corvi, Ernesto Iadanza, Edgardo Maria Iozia, Terry Maisto, Francesca Moccia, Luca Radice

FLASHMOB SU HTA del Cigno Nero. La partecipazione dei cittadini nella valutazione della tecnologia per la salute. Antiche forme di comunicazione, musica popolare e ruolo della partecipazione. La moderna medicina si avvale dei progressi della tecnologia per la diagnosi, la cura e la riabilitazione. Una comunicazione semplice ed accessibile a tutti per parlare di: ingegneria biomedica e clinica, validazione clinica dei dispositivi medici, prospettive dell’OMS e dell’IFMBE, il rapporto tra produttori, servizi sanitari e pazienti.

16.00 – CORTILE CAPPA CAPPELLI

CONTRATTI DI FIUME.

Esperienze di programmazione negoziata

Maurizio Capri, Paolo De Santis, Giancarlo Gusmaroli, Laura Mosca, Marco Polvani, Laura Saija, Alessia Zapatino.

A cura di Ilex Torre del Cornone e Policentrica Onlus.

Un’iniziativa per approfondire, sulla base delle esperienze realizzate, l’elemento partecipativo del percorso di elaborazione dei Contratti di Fiume. Un confronto per delineare i metodi (e relativi limiti) di: selezione degli attori interessati; interazione partecipativa; interazione con le Amministrazioni Pubbliche; relazioni con gli enti di ricerca e con le Università e quanti altri hanno le expertise; strutturazione generale dei gruppi di lavoro; organizzazione dei rapporti con reti e/o strategie nazionali sui Contratti di Fiume; analisi del quadro normativo di riferimento a cui occorre prestare attenzione. Alcune indicazioni pratiche, anche in relazione all’avvio del Contratto del Fiume Aterno.

16.00 – AULA MAGNA SCIENZE UMANE

Una giustizia partecipata. Dal pensiero di Amartya Sen

Fabrizio Barca in dialogo con Geminello Preterossi

Una sempre più elevata complessità dell’azione pubblica, sempre più affamata di conoscenza; un’aspirazione crescente dei cittadini organizzati a influenzare questa azione; la polarizzazione fra visioni alternative: tutto questo ci sfida a trovare strumenti e luoghi per prendere decisioni che accrescano la “giustizia” e che reggano alla prova dei fatti. Amartya Sen ha messo sul tavolo un metodo che ci consenta di “trovare un’intesa fondata sulla ragione su come ridurre l’ingiustizia nonostante le nostre diverse idee sullo stato ‘ideale’ delle cose”. È un metodo sperimentabile e sperimentato. Discutiamone. Diffondiamolo.

17.00 – PIAZZA DUOMO

TUTTA LA CITTA’ NE PARLA – in diretta con RAI – radio 3

conduce Pietro Del Soldà a cura di Cristina Castellotti. Con Rosa Polacco

Gli ospiti, i “tratturi” e i temi del Festival raccontati ogni giorno in diretta al pubblico di Piazza Duomo e agli ascoltatori di Radio 3.

17.00 – RIDOTTO DEL TEATRO COMUNALE

VITA DA CITTADINO 

Con la partecipazione di Fabrizio Parente, chitarra elettrica Bruno Marinucci.

Collaborazione artistica M. Lalli, T. Napoli, C. Pollio, T. Toto Scritto e diretto da Francesco Suriano

La storia di due personaggi teatrali, due fratelli, con esperienze analoghe e diverse e i numerosi episodi che ne costellano la vita: il primo fratello è l’uomo che tenta di attraversare il suo tempo sempre alla ricerca di utili quanto impropri stratagemmi, spesso andando a danneggiare indirettamente i suoi simili e vicini cittadini. L’altro, il fratello, amico, “sosia”, che prova, nel suo essere antagonista, ad aggiustare e a risolvere attraverso la conoscenza delle regole, percorrendo strade forse meno comode ma certamente più rispettose degli altri. Una drammaturgia nata dall’incontro tra il gruppo di lavoro che all’interno di Cittadinanzattiva si occupa di politiche dei consumatori e il drammaturgo regista Francesco Suriano. Elaborazione creativa e criticità delle proposte emerse dalla consultazione civica avviata da Cittadinanzattiva sui servizi pubblici locali.
17.30 – AULA MAGNA SCIENZE UMANE

LE DONNE E LA CITTA’.

Progettare gli spazi con una lente di genere

Elizabeth Gbah, Laura Greco, Ines Sanchez de Madariaga, Eleonora Scrivo, Valentina Valleriani. Coordina Loredana Lipperini La città dell’Aquila offre un’opportunità importante sul tema della progettazione urbanistica partecipata in un’ottica di genere. Il dibattito sarà un confronto tra esperienze nazionali ed internazionali a partire da esempi concreti quali i progetti “Safe- cities” di ActionAid e l’esperienza delle donne aquilane, che hanno ottenuto, dopo anni di battaglie, l’assegnazione di una “Casa delle Donne”.

18.00 – PALAZZO FIBBIONI – SALA RIVERA

EMPAVILLE.simulazione dei processi di Bilancio partecipato

A cura di Giovanni Allegretti

Empaville è una simulazione di un processo di bilancio partecipativo ibrido (Online e in persona) che prevede l’utilizzo del prototipo della piattaforma EMPATIA. Funziona come un gioco di ruolo dove i partecipanti sono invitati ad assumere l’identità di un abitante della città immaginaria di Empaville e a partecipare ad una sessione del Bilancio Partecipato. Il BP di Empaville prevede le fasi di discussione e presentazione di proposte e di votazione ed utilizza diversi canali di partecipazione simili a quelli realmente utilizzati in situazioni di vita reale: in persona, tramite cellulare, piattaforma web, etc.. Introduce l’esperienza del Bilancio Partecipativo del Comune dell’Aquila.

18.00 – PIAZZA DELLA PARTECIPAZIONE

a cura di Urban Center dell’Aquila

18.30 – CORTILE CIOLINA CIAMPELLA

Acqua cereali e luppolo… dalle passioni alle professioni

Leonardo Di Vincenzo fondatore di Birra del Borgo con i protagonisti della birra artigianale dell’Abruzzo, i birrifici Ambra e Alkibia

Solo 20 anni di storia, un recente riconoscimento internazionale di uno ‘stile’ brassicolo italiano, Iga, Italian Grape Ale, che prevede l’uso di uva o di mosti. I birrai artigianali Italiani in 20 anni sono usciti dalla dimensione puramente amatoriale per divenire un esempio di imprenditoria, una rete che si aiuta, si sostiene, si scambia le materie prime, fa cultura e si impone con crescente successo su un mercato internazionale dove a vincere è la creatività. Incontriamo alcuni dei protagonisti di questa vera ‘rivoluzione’ che ci raccontano come si può trasformare la passione nella professione della vita.
A seguire, note di gusto: musimenù all’italiana per soprano e ensemble. Composizione e direzione Roberta Vacca, Soprano Silvia Tocchini, Ensemble del Conservatorio di musica “A. Casella” di L’Aquila. Palazzo Ciolina Ciampella ingresso via Principe Umberto.

18.30 – PALAZZETTO DEI NOBILI

BIORESISTENZE.

Cittadini per il territorio: l’agricoltura responsabile

Antonio Gaudioso, Giovanni Turus

Bioresistenze racconta quell’agricoltura che s’impegna per la difesa del bene comune suolo. Un documentario che mostra l’impegno di aziende e cooperative agricole che, anche senza rendersene conto, con il loro lavoro costruiscono, quotidianamente, democrazia e realizzano la nostra carta Costituzionale.

19.00 – AUDITORIUM DEL PARCO

CITIZEN JOURNALISM, in collaborazione con “il Centro”

Riccardo Bonacina, Marcello Masi, Giampaolo Roidi, Marino Sinibaldi, Mauro Tedeschini.

Il mondo dell’informazione vive una nuova, travolgente fase di trasformazione. Nuovi, maneggevoli e sempre più avanzati device comunicativi trasformano ogni cittadino in potenziale testimone e interprete della realtà. La rete diventa il palcoscenico di questa nuova forma d’informazione globalizzata e totale. C’è ancora spazio per la stampa tradizionale? c’è ancora un ruolo per l’interpretazione dei professionisti?
22.00 – PIAZZA DUOMO

Concerto MED FREE ORKESTRA 

Mettete insieme un folle trombonista ucraino, un fisarmonicista della vera tradizione romana, un “principe” Griot del Senegal che ti racconta in mandingo magiche storie accompagnandosi con la sua Kora… due voci femminili profondamente diverse ma in perfetta sontonia, la bruna popolare e la bionda “canadumbra”… due percussionisti che si sfidano a suon di djembe e tabla indiane, una sezione fiati che s ela sognavano a New Orleans, un gigante buono che guida tutta la ritmica, chitarra elettrica, basso, tastiere, violino, banjo, tuba, tamburelli… e per non farsi mancare niente pure l’elettronica. La MED FREE ORKESTRA si è inventata il world pop… e lo suona a l’Aquila!

22.00 – ULTIMO SPETTACOLO

Cineforum alla scalinata Di San Bernardino

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: