L’Aquila, Concerto organistico nel prezioso Santuario della Madonna d’Appari

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 18/07/2017
dalle 21:30 alle 23:30

Luogo
Madonna d'Appari

Categorie


Sulla strada che da Paganica porta all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso, scavato nella roccia, si trova uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici d’Abruzzo, il prezioso Santuario della Madonna d’Appari, capolavoro artistico e architettonico, caratteristico degli eremi delle aree montane.

All’interno del Santuario è custodito un prezioso organo storico posto nella cantoria lignea in controfacciata: un’iscrizione attribuisce la costruzione all’artista romano Tommaso Vayola nell’anno 1857 e risulta composto da un totale di oltre 400 canne.

Da qui, martedì 18 luglio, con inizio alle ore 21,30 prende il via uno dei percorsi musicali proposti dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” nell’ambito de I Cantieri dell’Immaginario per la conoscenza e valorizzazione del patrimonio organistico storico presente nel territorio aquilano: tre appuntamenti che costituiscono di fatto la ventunesima Rassegna Organistica, in collaborazione con l’Istituto dell’Organo Storico Italiano.

Protagonista del concerto è Gaetano Magarelli. Pugliese di nascita, diplomato in pianoforte, organo e clavicembalo, da dieci anni Organista e Maestro di Cappella della Cattedrale di Molfetta, altamente specializzato proprio nel settore degli organi storici.

Il programma musicale proposto è stato ideato in base alle caratteristiche dello strumento e alla sacralità del luogo e prevede musiche di autori quali Pasquini, Scarlatti, Händel, Zipoli ed altri.

Il concerto è un’occasione per riscoprire un posto unico, attraverso il suono pieno e inconfondibile di questo gioiello di architettura organaria che si unisce alla bellezza artistica e paesaggistica del Santuario.

L’ingresso al concerto è libero.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: