L’Aquila, al Film Festival DIALOGHI SUL CINEMA: INCONTRO CON IAIA FORTE

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 08/05/2017 al 09/05/2017
dalle Tutto il giorno

Luogo
Aula Magna del DSU

Categorie


Lunedì 8 e martedì 9 maggio – DIALOGHI SUL CINEMA: INCONTRO CON IAIA FORTE – Aula Magna del DSU, via Nizza
Lunedì 8 maggio, ore 19.00
INCONTRO CON IAIA FORTE, a cura del Prof. Massimo Fusillo
Diplomata al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha debuttato in  teatro con Toni Servillo, vincendo per Il misantropo di Molière il Premio  della Critica come migliore attrice. Ha lavorato con Leo De Berardinis,  Mario Martone, Carlo Cecchi, Federico Tiezzi, Emma Dante, partecipando  a spettacoli tra i più premiati dalla critica negli ultimi anni. Al cinema ha lavorato con Maurizio Nichetti, Marco Ferreri, Tonino De  Bernardi, Mario Martone, Renato De Maria e Marco Risi, ottenendo due  Nastri d’argento e un premio Sacher come migliore attrice protagonista.  Martedì 9 maggio, ore 19.00 LIBERA, di Pappi Corsicato con Iaia Forte (Italia, 1992, 85′) Tre episodi. Nel primo Aurora vive in un lussuoso  appartamento.  Tra alcuni operai chiamati in casa riconosce un suo vecchio amante, che si rimette a farle la corte, ma  poi le svuota la casa. Nel secondo un ragazzo uscito dal  riformatorio scopre che la madre è in realtà suo padre: un  travestito. Nel terzo un’edicolante, sospettando che il  marito, che si dà sempre malato, la tradisca, piazza una  telecamera nella sua stanza. Registra così i suoi amplessi in  una videocassetta che venderà in edicola.  Martedì 9 maggio, ore 21.00 LUNA E L’ALTRA, di Maurizio Nichetti (Italia, 1996, 95′) Miracolo a Milano: l’ombra di Luna Di Capua, maestrina  tutta d’un pezzo trasferitasi al Nord da Napoli con  l’anziano padre, dopo trent’anni di forzata convivenza  ha deciso di ribellarsi. Col risultato che, nella scuola del  capoluogo lombardo in pieni anni Cinquanta, Luna verrà  travolta dall’Altra, ribattezzata naturalmente Ombretta.  Ci sarà finalmente tempo (e voglia) per amare il bidello  da anni perdutamente in sollucchero, spiazzare il collega  fascistoide e il preside mellifluo.
Lunedì 8 maggio, ore 21.00

TEATRO DI GUERRA, di Mario Martone con Iaia Forte  (Italia, 1998, 113′)

Da tre anni è i corso la guerra nell’ex Yugoslavia e a  Napoli un attore e regista, Leo, inizia le prove di uno  spettacolo teatrale, che nelle sue intenzioni, dovrebbe  andare in scena a Sarajevo. La compagnia di Leo lavora  in un teatrino in mezzo ai vicoli dei quartieri spagnoli.  Lo spettacolo è “I sette contro Tebe” che parla di una  guerra fratricida.

Martedì 9 maggio, ore 19.00

LIBERA, di Pappi Corsicato con Iaia Forte (Italia, 1992, 85′)

Tre episodi. Nel primo Aurora vive in un lussuoso appartamento.  Tra alcuni operai chiamati in casa riconosce un suo vecchio amante, che si rimette a farle la corte, ma poi le svuota la casa. Nel secondo un ragazzo uscito dal riformatorio scopre che la madre è in realtà suo padre: un travestito. Nel terzo un’edicolante, sospettando che il marito, che si dà sempre malato, la tradisca, piazza una telecamera nella sua stanza. Registra così i suoi amplessi in una videocassetta che venderà in edicola.

Martedì 9 maggio, ore 21.00

LUNA E L’ALTRA, di Maurizio Nichetti (Italia, 1996, 95′)
Miracolo a Milano: l’ombra di Luna Di Capua, maestrina tutta d’un pezzo trasferitasi al Nord da Napoli con l’anziano padre, dopo trent’anni di forzata convivenza ha deciso di ribellarsi. Col risultato che, nella scuola del capoluogo lombardo in pieni anni Cinquanta, Luna verrà travolta dall’Altra, ribattezzata naturalmente Ombretta.

Ci sarà finalmente tempo (e voglia) per amare il bidello da anni perdutamente in sollucchero, spiazzare il collega fascistoide e il preside mellifluo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: