L’Aquila, 4^ edizione di Volta la carta: il programma dell’8 ottobre

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 08/10/2016
dalle Tutto il giorno

Luogo
L'Aquila

Categorie


voltaSabato 8 ottobre

10.30-12

Sala del Legno

1º Poetry Slam Progetto Scuola L’Aquila Volta la Carta

Primo Poetry Slam under 18 d’Abruzzo: un evento innovativo che riporta in auge la poesia orale, con una gara finale, riservato ai ragazzi delle scuole medie e superiori, in cui i poeti si confrontano leggendo a voce alta i propri testi, che saranno poi giudicati da una giuria popolare estratta a sorte dallo stesso pubblico. L’incontro sarà curato da Alessandra Prospero e Dimitri Ruggeri, che ha introdotto per primo il poetry slam in Abruzzo.

PAUSA PRANZO

15.30 – 16.00

Sala Editori

Diritti al Cuore

I migranti di via Cupa: i diritti umani calpestati.

L’incontro raccoglie la testimonianza dei volontari dell’Associazione romana Diritti al cuore. Dopo un breve excursus sulle rotte dei migranti, i volontari racconteranno, dal punto di vista di chi la vive ogni giorno da vicino, la realtà di chi scappa da guerre, persecuzioni e povertà e si ritrova ad “alloggiare” per le strade della Capitale, dopo la chiusura forzata del centro autogestito Baobab. Relatori: Francesca Caprioli e Alessia Pecchioli, membri dell’Associazione.

16.00 – 16.30

Sala Editori

Flavia Amabile presenta

I contadini volanti.

Un anno nei limoneti della Costiera Amalfitana

Arkhè Edizioni 2015

Flavia Amabile ci regala il racconto di una terra e di un mondo che stanno scomparendo, purtroppo: attraverso bellissime fotografie che ritraggono i contadini della Costiera Amalfitana, monitorati nei limoneti per un intero anno, dal luglio del 2014 al giugno del 2015, sono state seguite tutte le fasi del loro lavoro, dalla piegatura durante l’estate alla copertura durante l’autunno inoltrato, fino alla raccolta in primavera. Modera l’incontro Viviana De Vecchis, giornalista.

16.30 – 17.15

Sala del Legno

Alessandro Vanoli presenta

Quando guidavano le stelle

Il Mulino 2015

Sentimentale ma molto reale: un viaggio che, suddiviso in quattro navigazioni, si snoda dall’Egeo dei tempi di Ulisse alle coste romane di Ostia, da Costantinopoli all’Andalusia, da Ragusa a Cipro e, infine, da Alessandria d’Egitto a Ravenna. Di porto in porto, di tappa in tappa, ci ritroviamo in epoche diverse, prima nella Atene del V secolo a.C, poi a Cartagine alla vigilia della terza guerra punica, poi nella Valencia del Cid Campeador e, ancora, nella Genova medievale, ma anche a Istanbul e a Napoli all’inizio del Novecento. Ogni approdo racconterà un pezzo di storia del Mediterraneo, talvolta evocando il ricordo di grandi eventi, talvolta riscoprendo personaggi ormai dimenticati, ma sempre parlando anche e soprattutto di noi, oggi, e di quel mare che non smette di suscitare speranze.  Modera l’incontro Antonella Finucci, giornalista.

17.15 – 18.00

Sala del Legno

Emiliano Poddi presenta

Le vittorie imperfette

Feltrinelli Editore 2016

Monaco, 1972: Settembre nero e guerra fredda, una partita di basket leggendaria, con un finale come non se ne sono mai visti, e due ragazzi all’inseguimento di un sogno, spazzati via dalla storia. Siamo alle Olimpiadi di Monaco del 1972, quando undici atleti israeliani vengono uccisi dai terroristi di Settembre nero: un lutto riassorbito in fretta, “un conflitto troppo marginale, tra un paese appena nato e uno che nemmeno esisteva”. Ma i Giochi devono proseguire, con quel match che è anche una sfida fra due superpotenze. Molti anni dopo, inchiodato davanti a una replica di quei quaranta minuti, inghiottito dal rivoltarsi continuo dei vinti in vincitori e dei vincitori in vinti, il narratore viene sbalzato in un mondo che non esiste più, riportato alle estati dell’infanzia nel campetto di pallacanestro di Cisternino, quando ancora poteva sognare di diventare un giorno campione olimpico! Insieme a lui, seguiamo in campo Kevin Joyce, l’americano che ammutinerà la sua squadra, e il tormentato Sasha Belov, in una partita che si legge stando incollati alla pagina fino a quei dirompenti tre secondi finali. E seguiamo Kevin e Sasha anche prima, mentre si preparano per l’incontro, e poi negli anni a venire, portarsi addosso il peso di essere diventati simboli l’uno di una sconfitta impossibile da accettare, l’altro di una vittoria da portare come una condanna. Modera l’incontro la prof.ssa Valeria Valeri, presidente dell’a.p.s. L’Aquila volta la carta. Interviene Roberto Ciuffini, giornalista.

18.00 – 18.30

Sala Editori

Maria Elena Cialente presenta

Streghe a Rocciagreve

Tabula Fati Editore 2015

Nell’antica e magica città di Rocciagreve, tra le montagne d’Abruzzo, vive una compagnia di simpatiche streghe pasticcione. Amiche per la pelle, trascorrono insieme il tempo a contatto con la natura e dedicandosi alle loro passioni. Tuttavia, a causa della loro goffaggine e incuria, troppo spesso si ritrovano a vivere disastrose ed esilaranti avventure. Ugualmente catastrofici e buffi sono i tentativi con cui Pigo X, “stregolo” di chiara fama, cerca di indagare e controllare il mondo della magia. Fortunatamente il mago Orbiter interviene sempre per rimediare a così tanti pasticci! Su tutto, e su tutti, si affaccia il volto bonario e sorridente di una fantastica luna. L’autrice sarà intervistata da Sonia Ciuffetelli. Le letture saranno a cura di Antonella Torelli.

18.30-19

Sala Editori

Arte & Carta presenta

Agendae Res 2016

Anche quest’anno continua la pubblicazione della Agendae Res, l’agenda in latino sul tema della corruzione, che chiude il ciclo su questo argomento, al suo quinto anno. Insieme all’agenda verrà presentato il dietro le quinte della registrazione dell’album “The Dark Side Of The Moon”, Occulta Lune Pars, sempre in latino, con un breve video che ci aiuta a capire lo sforzo che c’è dietro un lavoro così grande. Sarà presente Nicola De Cristofaro, di Arte & Carta, ed interverrà il prof. Giulio Pacifico che tratterà il tema: “Verre e gli altri: alcuni casi di corruzione nelle province del Mediterraneo.

19.00 – 19.45

Sala del Legno

Toni Capuozzo presenta

Il segreto dei Marò

Ugo Mursia Editore 2015

Il 15 febbraio 2012, nell’Oceano Indiano, due pescatori vengono uccisi da una raffica di colpi sparata da una nave mercantile. Nello stesso giorno la Enrica Lexie, petroliera italiana con a bordo un Nucleo Militare di Protezione, ha respinto un tentativo di abbordaggio. Nel giro di poche ore la nave italiana inverte la rotta e viene fatta ormeggiare nel porto di Kochi; qualche giorno dopo i due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, vengono arrestati. Comincia così il «caso marò», una vicenda che è diventata un limbo giudiziario fatto di inchieste approssimative, estenuanti dibattiti sulla giurisdizione e sull’immunità funzionale, rinvii vari e nulla di fatto. Toni Capuozzo ricostruisce gli eventi, a cominciare dalla legge che consentì l’impiego di personale militare a bordo di navi mercantili, e spiega il groviglio giuridico che ha intrappolato due Paesi amici, l’Italia e l’India, e il peso degli interessi economici e politici che hanno condizionato la vicenda, gli errori di tre governi e cinque ministri degli Esteri italiani. Ma soprattutto ricostruisce l’incidente del 15 febbraio facendo emergere tutte le contraddizioni e le lacune dell’inchiesta indiana e avanzando un’ipotesi di innocenza dei due militari, mai fatta propria dalla diplomazia italiana. Latorre e Girone hanno sempre detto: «Siamo innocenti». Ma nessuno finora gli ha creduto. Perché? Modera l’incontro Roberto Ciuffini, giornalista.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: