Giulianova, il 18 agosto si riscopre il Patrimonio. ‘Nuova luce su tre chiese giuliesi’

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 18/08/2016
dalle 21:30

Luogo
Giulianova

Categorie


Locandina Giovedì in terrazza a Palazzo Bindi (1)Un pieno di cultura per l’estate giuliese. Musei aperti, visite guidate nel Centro storico e dal 7 luglio al 1 settembre “Giovedì in terrazza. Incontri di arte, storia e musica a Palazzo Bindi” a cura del Polo Museale Civico con la collaborazione di Italia Nostra onlus-sezione di Giulianova e con la partecipazione dell’associazione culturale “G. Braga” insieme con l’associazione culturale “Accademia Acquaviva”.

Si tratta di appuntamenti su storia, letteratura, arte, musica ospitati alle ore 21.30 di ogni giovedì, sino al 1 settembre, nella terrazza fronte mare di Palazzo Bindi in Corso Garibaldi 14 (in caso di maltempo all’interno della struttura).

Oggi, 18 agosto, ore 21.30 “Riscoprire il Patrimonio. Nuova luce sulle origini e sulle vicende di tre chiese giuliesi: la SS.ma Misericordia, San Rocco e Sant’Anna”, a cura di Cinzia Falini, bibliotecaria e responsabile della Biblioteca “P. S. Colangeli”, e Sirio Maria Pomante, storico dell’arte e direttore tecnico-scientifico Polo Museale Civico.

“E’ una novità – dichiarano la vicesindaco con delega alla cultura Nausicaa Cameli e il direttore tecnico-scientifico del Polo Museale Civico Sirio Maria Pomante – che abbiamo voluto introdurre per ampliare l’offerta culturale estiva di quest’anno e significativamente sotto l’alto patronato della Regione Abruzzo. Crediamo infatti che il patrimonio immateriale di Giulianova sia meritevole di considerazione quanto quello materiale e vada egualmente divulgato sia ovviamente tra i turisti quanto tra i concittadini affinché ancora maggiore sia la consapevolezza della grande ricchezza posseduta dalla nostra città. E ciò in un luogo grandemente suggestivo come la terrazza di Palazzo Bindi, che per la prima volta diventa luogo di incontro, e mediante una formula molto colloquiale e riteniamo accattivante, utilizzando supporti visivi e proiezioni o addirittura con l’esecuzione di brani musicali”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: