Figli d’Abruzzo …CONCETTA DI LEO HARAKAL 

Mappa non disponibile

Data
dal 02/05/2016
dalle Tutto il giorno

Categorie


concetta di Leo .Un grande farmacologo abruzzese: CONCETTA DI LEO HARAKAL  nata a Colledimacine (CH) nel 1923.

Impegnata per anni prima come Ricercatrice e Dottoressa e poi come Professoressa presso la Temple University School of Medicine di Philadelphia. Ai suoi studenti, come ai bambini che assisteva, “Connie” (il nomignolo le era stato dato da bambina) amava dire: “Non scoraggiatevi mai. Anche io ho conosciuto le dure difficoltà della vita. Ma con la determinazione e la testardaggine tipica della gente della mia terra d’origine, l’Abruzzo, alla fine ce l’ho fatta.”

Concetta Di Leo  era nata a Colledimacine (CH) il 25 novembre del 1923 da Francesco e Maria Domenica Delli Pizzi. Frequenta, con estremo profitto, le elementari nel suo paese ed è proprio la sua maestra ad intuire, per prima,  le potenzialità della bambina . L’insegnante dirà ai genitori: “se la fate studiare è destinata a fare grandi cose”. E così sarà. A solo 9 anni Concetta, insieme ai suoi genitori,  lascia la sua Colledimacine per emigrare negli Stati Uniti.  La piccola non impiega molto ad ambientarsi nella nuova realtà. In breve diventa padrona della lingua e grazie alla sua spiccata capacità di rapportarsi con gli altri diventa, per tutti,  la “”Connie” la piccola dolce abruzzese”. Crescendo, oltre ai successi scolastici, si impegna quotidianamente nel sociale (soprattutto istituti per anziani e bambini abbandonati). I genitori fanno ogni tipo di sacrificio pur di sostenerla negli studi e saranno, nel tempo, ampiamente ripagati. Infatti Concetta consegue prima la laurea presso l’Università di Pennsylvania  poi  il dottorato di ricerca in Farmacologia presso la Temple University School of Medicine di Philadelphia.  Intanto conosce il Dr. Michael  Harakal  che in seguito diverrà suo marito e dal quale Concetta assumerà il cognome.  E ‘ il 1951 quando Concetta Harakal inizia la sua carriera presso la Temple University School of Medicine nella quale per 50 anni sarà professore di Farmacologia ed anche  “Course Director for both the Dental” e “Medical School Pharmacology Courses” e Direttore di “Pharmacology Graduate Studies”. Nel 1995, come professore emerito, rimane membro attivo della commissione esaminatrice, continua a tenere conferenze e partecipa a tutte le classi di Farmacologia. La Dottoressa Harakal ha impegnato tutta  la sua carriera in particolare nella ricerca che comprendeva la Farmacologia Cardiovascolare. Studi particolari sull’ormone dell’Angiotensina, e studi sull’ipertensione.  Ha pubblicato più di 100 articoli (sulle più importanti riviste mediche). Lunga la lista di riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni. Tra questi 11 Golden Apple per l’insegnamento, il premio “Lindback” e il  “Sowell Memorial Award”.  Nel 2003, il Dipartimento di Farmacologia e quello di Facoltà di Medicina hanno posto nell’atrio dell’Università  una targa in suo onore che recita: ““I colleghi e gli studenti in riconoscenza della Professoressa  Concetta Harakar per la sua professionalità, per la sua eccezionale dedizione all’insegnamento, per la capacità e lo zelo nel promuovere la nostra Università. Il tutto con incredibile umiltà.”.  La dottoressa Harakal è stata, inoltre, componente onoraria di innumerevoli associazioni tra le quali “Sigma Xi”, “ Phi Delta Gamma”,  New York Academy of Sciences, American Medical Association ( lAssociazione americana per l’avanzamento della scienza),  L’American Society for Farmacologia Sperimentale Therapeutics e la Società per la Biologia e Medicina Sperimentale. E’ stata anche Presidente della Philadelphia Physiological Society. A livello nazionale, la Professoressa Harakal è stata consulente in farmacologia per l’Educational Testing Service, membro del Comitato di studio Sezione di Farmacologia per il National Institute of Health, e consulente per il Consiglio Nazionale dei medici esaminatori. In tutti questi anni la “piccola abruzzese”, nonostante gli impegni scientifici e di insegnamento,  non aveva mai smesso di essere accanto “agli ultimi” e nella Chiesa di San Donato di Haverford, dove risiedeva, si prestava ad assisterli in ogni modo. Ai più piccoli amava dire “Non scoraggiatevi mai. Anche io ho conosciuto le dure difficoltà della vita. Ma con la determinazione e la testardaggine tipica della gente della mia terra d’origine, l’Abruzzo, alla fine ce l’ho fatta.”

Concetta Di Leo Harakal  “Connie” la piccola dolce abruzzese” muore la mattina del 27 dicembre 2013.

 

Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: