Capestrano, Abruzzo Open day Mostra al Castello Piccolomini

Sto caricando la mappa ....

Data
dal 27/05/2017 al 04/06/2017
dalle Tutto il giorno

Luogo
Capestrano

Categorie


La Mostra “Popoli e terre della lana.Tradizioni, culture e sguardi sulle vie delle transumanze tra Iran e Italia”, Medaglia del Presidente della Repubblica, patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha avuto come prima sede espositiva l’AURUM di Pescara, nell’estate 2016.

La mostra, curata da Mauro Vitale e Paola Riccitelli, organizzata da Antonio Corrado dell’associazione culturale Abruzzoavventure, con il contributo di antropologi iraniani e di Adriana Gandolfi per la parte italiana, propone attraverso l’allestimento di Lucio Rosato, un percorso di avvicinamento, di scoperta e di riscoperta di due culture separate da migliaia di chilometri di distanza eppure così profondamente affini in quel complesso di usi, attività, tradizioni, cultura rappresentato dalla pastorizia: l’Iran dei nomadi Talysh e Qashqai da una parte, l’Italia della transumanza tra Abruzzo, Molise e Puglia dall’altra.

Le civiltà pastorali, in qualunque luogo della terra, rappresentano la risposta delle comunità umane a condizioni ambientali difficili o sfavorevoli, in forme più o meno organizzate. L’allevamento ovino è da sempre una delle soluzioni più frequenti e ha originato sistemi economico-sociali e patrimoni di tradizioni e di cultura che costituiscono l’identità forte di tante aree del pianeta.
Le immagini sono il nucleo principale, la guida suggestiva e il filo conduttore dell’esposizione, in un itinerario ideale che accompagna il visitatore tra popoli lontani migliaia di chilometri, divisi da anni di luce di storia, di eventi geopolitico–sociali, di sviluppo economico. Nomadi iraniani e pastori transumanti sembrano avere però singolari affinità, che si colgono soprattutto nei molti parallelismi della vita quotidiana, dettati dalle incombenze pratiche che ruotano attorno alle greggi, e in una sorta di visione dell’esistenza come ciclo perenne di eventi provvisori, transitori, evanescenti.

Il progetto nasce da una serie di viaggi in Iran del fotografo Mauro Vitale, al seguito dei nomadi pastori che ancora oggi, come i loro antenati, si spostano negli immensi altipiani persiani o nelle regioni del nord a ridosso del Caspio. Il parallelismo con i nostri pastori transumanti non vuol essere un assunto scientifico ma la suggestiva ricerca delle comuni radici del fenomeno: la sopravvivenza affidata all’allevamento, in dipendenza pressochè pressochè totale dalle risorse naturali. In Iran la pastorizia è ancora autenticamente nomade, in Italia quella transumante è ormai conclusa come fenomeno storico organizzato, anche se sopravvive nelle attività e nella riscoperta imprenditoriale di alcuni allevatori, anche giovani, tenacemente radicati nel territorio.

Come scrive lo stesso fotografo Mauro Vitale “La percezione di queste due realtà così lontane, non può essere spiegata sistematicamente… è una sensazione. Uno scatto fotografico può, invece, avere il potere di riprodurre i sogni, le percezioni; a loro mi affido per restituire questa invenzione visionaria di vicinanza dei nomadi iraniani con chi, ora non più ma fino a pochi anni fa, percorreva il tratturo che dall’Abruzzo arriva in Puglia attraversando il Molise”.
A supporto scientifico, la sezione “30 anni di tutela della rete tratturale in Abruzzo”, curata da Anna Pia Urbano, racconta la militanza della Soprintendenza Archeologia Abruzzo nella difficile missione di studiare e preservare lo straordinario e fragile patrimonio delle “autostrade erbose” che innervano il paesaggio abruzzese, costituendone il tratto distintivo, peculiare ed identitario.

Durante l’apertura della mostra verranno realizzati laboratori di tessitura a cura di “Filiforme” di Valeria Belli, e di tintura tradizionale della lana a cura di “Lana Aquilana” di Valeria Gallese che, insieme ad Arago design esporranno i loro prodotti.

A cura de “La Galina Caminante” verrà proiettato il film “SE VI PIACE ASCOLTARE – Francesco Giuliani, pastore”.
“Popoli e terre della lana” che si è avvalsa del contributo dell’Istituto culturale dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran e del Museo delle Genti d’Abruzzo di Pescara, è destinata a spostarsi nelle altre regioni storiche della transumanza (Lazio, Molise, Puglia) e in Iran.

Catalogo della mostra edito della casa editrice Exòrma Edizioni.
Orari: 10:00-13:00 16:00-20:00
Extra, ON DEMAND: +393396816739 Debora,
+393450547412 Luca.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: