Cuore Nazionale Abruzzo: successo per la vendita delle uova pasquali della Comunità Piccolo Principe

Successo per la vendita delle uova pasquali della Comunità Piccolo Principe organizzata dall’associazione Cuore Nazionale Abruzzo e tenutasi sabato 12 e domenica 13 marzo presso la parrocchia San Giovanni Apostolo in viale Europa a Montesilvano.

L’incasso verrà devoluto in favore dei meno abbienti.

L’iniziativa è stata ben accolta da generosi cittadini i quali hanno contribuito a questo lodevole progetto acquistando tutte le uova pasquali disponibili.

Presenti all’evento il presidente regionale di Cuore Nazionale Abruzzo Francesco Longobardi, le coordinatrici provinciali Monia Di Silvestre (Montesilvano) e Fabiola Speranza (Pianella) nonché l’addetto agli allestimenti Marco Di Francesco.

«Si tratta di una bellissima iniziativa», ha commentato Monia Di Silvestre, «per donare un sorriso ai bambini più bisognosi».

«Sono anch’io felice di dare il mio supporto a questo importante evento», ha aggiunto Fabiola Speranza, «soprattutto perché ha uno scopo benefico, ossia quello di aiutare i meno abbienti».

Presente all’incontro di sabato 12 marzo anche Daniele Di Girolamo, presidente dell’ associazione onlus Caccia Grossa.

Nel corso dell’evento è stata ufficializzata la nomina di Di Girolamo quale vice coordinatore regionale con Delega allo Sport per i Diversamente Abili all’interno di Cuore Nazionale Abruzzo.

Gli è stata consegnata, inoltre, una maglietta di Cuore Nazionale Abruzzo.

«Da circa 10 anni noi di Caccia Grossa Onlus siamo operativi nel campo dello sport reso accessibile per tutte le persone e quindi anche per quelle speciali», ha detto il neo vice coordinatore Di Girolamo, «Ci occupiamo di pesca sportiva, tiro a segno e altre attività. Accogliamo con grande piacere questa nuova opportunità che ci è stata data dal presidente Francesco Longobardi per quanto riguarda Cuore Nazionale Abruzzo e ritengo che le sinergie siano fondamentali per far sì che le cose vengano fatte al meglio in favore di questi ragazzi. Ho accettato questa sfida con il supporto del mio staff e del direttivo e cercheremo di dare il massimo a questi giovani perché meritano».

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *