Chieti, mostra “Donna de Paradiso” dal 24 marzo all’1 maggio

“Donna de Paradiso” è il titolo della mostra in programma a Chieti nella nostra Bottega d’Arte dal 24 marzo al 1° maggio, realizzata in stretta collaborazione con il Polo Museale dell’Abruzzo

Madonne rinascimentali aprono la mostra che, nelle sale espositive, continua con le Storie di Maria e Gesù a voler ripercorrere le principali tappe della loro esistenza.

Donna de Paradiso Storie di Maria e Gesù dalle collezioni d’arte del Munda – Museo Nazionale d’Abruzzo

 

24 marzo – 1 maggio 2016

Bottega d’Arte della Camera di Commercio di Chieti

CHIETI | Corso Marrucino 148

orari di apertura:

 

dal lunedì al giovedì 17.00 – 20.00

dal venerdì alla domenica 10.30 – 12.30 e 17.00 – 20.00

ENTI PROMOTORI:

Camera di Commercio di Chieti

Polo Museale d’Abruzzo

 

La struggente lirica di Jacopone da Todi “Il Pianto della Madonna”, che esordisce con il celebre verso “Donna de Paradiso”, dona il titolo alla mostra inaugurata giovedì 24 marzo alle ore 11:30 nella Bottega d’Arte del palazzo della Camera di Commercio a Chieti in Corso Marrucino.

La mostra, organizzata dalla Camera di Commercio di Chieti con la collaborazione del Polo Museale d’Abruzzo, è strettamente legata ai riti della Settimana Santa particolarmente sentiti a Chieti e che ha il suo culmine con la storica pro­cessione del Venerdì Santo lungo Corso Marrucino con il “Cristo morto” e la “Ma­donna Addolorata” accompagnati dal Miserere del maestro Saverio Selecchy. L’obiettivo della mostra, che si collega ad una serie di interventi di prossima realizzazione, è di rafforzare i momenti più rilevanti della storia e della cultura di Chieti.

La mostra. Meravigliose Madonne rinascimentali, dipinte o scolpite, apriranno la mostra, ospitata nelle sale espositive dello storico palazzo teatino dell’Ente camerale, con le Storie di Maria e Gesù a voler ripercorrere le principali tappe della loro esistenza. La mostra pone l’attenzione su Maria che, in ogni momento della sua vita, dal concepimento alla crocifissione del Cristo, appare sempre attenta e premurosa, ma anche preoccupata. Preoccupazione che diventa dolore immenso nel momento della morte del figlio. Si tratta di dipinti – ma c’è an­che una preziosa croce di Nicola da Guardiagrele – che coprono un arco cronologico dal Cinquecento al Settecen­to, con opere di autori celebri: Pompeo Cesura, Aert Mytens, Giovanni Paolo Cardone, Gherardo delle Notti, Francesco Albani, Massimo Stanzione, Fran­cesco De Mura.

 

In alcuni casi appena riconsegnate dopo accurati restauri, le opere d’arte sono state selezionate dalle ricche collezioni del Museo Nazionale d’Abruzzo aperto al pubblico il 19 dicembre 2015. Un posto d’onore nella mostra si è voluto riservare alla straordinaria e monolitica Sant’Anna Metterza proveniente dall’omonima chiesa di Chieti, un capolavoro di età medioevale espressione della grande civiltà artistica che si è dipanata in Abruzzo nel settore della scultura lignea.

 

Alcune delle opere esposte sono state selezionate per la grande mostra Maria Mater Misericordiae che aprirà il prossimo 21 giugno a Cracovia in occasione della visita di papa Francesco per l’Anno Internazionale della Gioventù.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *