CepagattiArte, i vincitori dei contest

cepagattiarte-premiazione-francesco-ricci-al-centro-tra-il-sindaco-rapattoni-e-simone-caltabellotaE’ Francesco Ricci, 43 anni, di Pescara, insegnante di italiano nella scuola media di Cepagatti, il vincitore del contest letterario “Come eroi”, organizzato nell’ambito di CepagattiArte, il festival delle arti promosso dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Sirena Rapattoni, con la direzione artistica di Alessio Romano. Il racconto di Ricci, “Battesimo”, che ha come protagonista un padre che si interroga sul suo essere eroe agli occhi dei figli, si è aggiudicato il punteggio più alto rispetto ai voti espressi dalla giuria tecnica e da quella popolare, che hanno assistito alla lettura del testo nella bellissima location del Castello Marcantonio.

“Sono davvero contento – ha detto Ricci, già autore del romanzo ‘Cinematerico.Teorema del male’ e del racconto sul bullismo Male minore – Ho messo alla prova il mio modo di scrivere e sono felice che sia stato valorizzato. Ad ispirarmi è stata la contrapposizione tra il mondo del lavoro, sempre più competitivo, e la famiglia. Il protagonista sente la forte responsabilità dei valori che lascerà ai figli e così diventa eroe”. La vittoria del contest di fotografia è andata a Eugenia Di Benedetto, 27 anni, di Cepagatti, autrice dello scatto “Tramandare” in cui è raffigurato un uomo che insegna l’arte del cuoio a un bambino. Premiati anche i vincitori dei contest rivolti alle scuole: per la scuola primaria Veronica Berardinelli e Beatrice Capone, ex aequo, entrambe della classe V B della primaria di Cepagatti; per la scuola secondaria di primo grado Giorgia Martinelli e Stefano Cardellini, ex aequo, entrambi della classe III D di Villanova. Per la sezione fotografia, il premio è andato a Valeria Di Donato, della classe V B di Cepagatti, per la scuola primaria e a Jacopo Speziale, della classe I C del plesso di Cepagatti, per la scuola secondaria.

“Siamo davvero soddisfatti per il successo ottenuto dalla seconda edizione di CepagattiArte –  afferma Sirena Rapattoni- C’è stata una grande affluenza di pubblico e, soprattutto, di tantissimi giovani provenienti anche da altri territori. Un entusiasmo che ci ha contagiato e ispirato nuove idee per la prossima edizione, che sarà ancora più ricca  di eventi e aperta ad altre arti”

Ospite d’onore di CepagattiArte è stata Nada Malanima, cantautrice e scrittrice,  che ieri sera ha presentato il suo ultimo libro “Leonida”, insieme al suo editore Simone Caltabellota, davanti ad un folto pubblico, attento e interessato. “Con questo libro mi sono liberata di me stessa anche se quando una persona scrive c’è sempre molto di quello che si porta dentro, come i valori, i sentimenti e i pensieri – ha spiegato -. La forza nello scrivere me l’hanno sempre data le mie radici e le tante donne che mi hanno circondata, nonne, zie e sorelle. A 15 anni mi è piombato addosso un mondo che non volevo, che avevo paura di affrontare. Ma poi pensavo a loro, che non si riposavano mai, che dormivano tre ore a notte e che al momento di andare a letto  pensavano già a quello che avrebbero dovuto fare il giorno dopo. Vederle e ascoltarle mi faceva pensare che non ci si può spaventare per una canzone. Scrivere è stata una scoperta, scrittura e musica sono due arti che ti permettono di creare emozioni”. Alla fine della presentazione, Nada ha firmato autografi ed ha partecipato alla premiazione dei vincitori dei contest.

“Insieme a Simone Caltabellota e a Nada Malanima , è finita con tante emozioni la nuova, bellissima avventura di CepagattiArte – ha commentato Alessio Romano – Abbiamo avuto tantissime presenze non solo per Nada, ma per tutto il nostro lungo viaggio. Siamo partiti dalla  magnifica conferenza- spettacolo su David Bowie di Luca Scarlini, passando per l’Andrea Pazienza raccontato da Paolo Ferri, Pierpaolo Simone e Andrea Malandra , attraverso le parolacce fotografiche di Stefano Lista e le narrazioni di Francesca Diotallevi, passando per il Pensiero Madre di Federica De Paolis, Silvia Cossu e Melissa Panarello, un pensiero messo in scena dalle ragazza di Essenzedeva con la musica di Christian Carano e Piero Delle Monache. Davvero un viaggio avventuroso per il quale devo ringraziare il ‘capitano’ coraggioso Sirena Rapattoni che crede  nel valore della cultura”.

Ai vincitori dei contest di letteratura e fotografia è andato un premio in denaro di 500 euro, alle scuole buoni da 100 euro per l’acquisto di materiale didattico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *