Calcio a cinque: Pescara di misura sull’Isola

Il Pescara vince soffrendo ma con merito. Partita dura, a tratti durissima, contro un avversario dimostratosi sempre molto determinato e concentratissimo. La squadra di Ciccio Angelini in avvio sorprende i delfini che fanno fatica ad ingranare. Passano solo 2’40” e l’Isola va in vantaggio con Marcelinho, che a fine gara risulterà il migliore dei laziali. Per i delfini così la gara è subito in salita e ci vuole una gran giocata per riuscire a trovare il pareggio alla metà esatta del primo tempo. Palla in parallela, Waltinho supera il suo marcatore e di punta infila Laion. Il Pescara trae vigore dal pari e di slancio passa in vantaggio al minuto 14 quando su un’uscita pressing Duarte serve un assist d’oro a Rosa che sotto porta non sbaglia. I laziali non mollano e costringono i biancazzurri sulla difensiva. Il Pescara esaurisce il suo bonus falli e manda per due volte Marcelinho sul dischetto del tiro libero. La prima volta Capuozzo si supera deviando sul palo ma al secondo tentativo deve capitolare. Il primo tempo si chiude sul 2-2 ed è giusto così.

In avvio di ripresa il Pescara mostra maggior equilibrio di gioco ma l’Isola non palesa cedimenti di sorta, ribattendo colpo su colpo. I delfini impiegano 10’ per aprire un varco utile per ritrovare il vantaggio.Spunto di Salas che serve Duarte, questa sera nelle vesti di uomo assist, che serve ad incrociare per Rosa che realizza la sua seconda segnatura di serata. Sembra fatta ma non è così, perché Laion, portiere dal piede di granito e dal gol facile, trova il gol del pari con una rete di pregevole fattura. Il Pescara però non ci sta a tornarsene a casa senza l’intera posta in palio e torna ad attaccare strenuamente. Laion, compie un paio di miracoli ma al 17’50” deve capitolare. Sala vola sulla banda sinistra, servendo Duarte al terzo assist di serata, che inventa un passaggio no look ad incrociare per l’implacabile Rosa che realizza q porta praticamente sguarnita. Finisce qui la partita, l’Isola non ha più energie da spendere e il Pescara riesce a congelare il suo vantaggio fino al suono della sirena finale. Terza partita, terza vittoria e tripletta di Rosa, sempre più prolifico e solitario capocannoniere del campionato. Il Pescara da questa sera è in fuga solitaria. Conta poco, dopo sole tre giornate, ma è il giusto tonico per far crescere il morale e la fiducia nei propri mezzi. Appuntamento a sabato prossimo, al PalaRigopiano, quando alle ore 18.30,scenderà in campo il Real Rieti di Mario Patriarca. Un’altra sfida di cartello di un campionato che si fa giornata dopo giornata sempre più bello e spettacolare.

FUTSAL ISOLA – PESCARA (22 p.t.) 3-4

FUTSAL ISOLA: Laion, Espindola, Lutta, Moreira, Marcelinho, Basile, Mentasti, Emer, Scola, Rubei, Terlini, Pilloni. All. Angelini

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Ghiotti, Canal, Waltinho, Salas, Rosa, Duarte, De Luca, Azzoni, Pulvirenti, Pietrangelo. All. Colini

MARCATORI: 240” p.t. Marcelinho (I), 957” Waltinho, 1410” Rosa, 1845” Marcelinho (I), 10’10” del s.t. Rosa, al 15’50” Laion (I), 17’50” Rosa

AMMONITI: Wlatinho (P), Caputo (P), Marcelinho (A), Ghiotti (P)

ARBITRI: Malfer (Rovereto), Bizzotto (Castelfranco Veneto) CRONO: Intoppa (Roma 2)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *