Calcio a cinque: la Supercoppa resta a Pescara

super-coppa-1Ed anche quest’anno ad ornare il primo trofeo della stagione ci sono i colori biancazzurri. Il Pescara si aggiudica a Teramo per la seconda stagione di fila la Supercoppa Italiana davanti ai suoi tifosi che l’hanno instancabilmente sostenuta per l’intera gara. Colini lascia fuori, contrariamente alle attese sia il convalescente Chimangunho che Waltinho, dovendo di necessità fare ancora a meno di Nicolodi, alle prese da circa due mesi con un infortunio muscolare, e lo squalificato Caputo. Neanche il tempo di chiudere il primo giro di lancetta dei minuti e il Pescara è già in gol. Angolo battuto da capitan Alex Ghiotti e golazo di Mauro Canal che calcia al volo di sinistro una bordata diagonale che non lascia scampo a Micoli. Il Real Rieti ci mette un po’ a raccapezzarsi, assommando in poco meno di 10’ la bellezza di sei falli. Cuzzolino dal dischetto del tiro libero calcia a giro, non centrando lo specchio della porta. Svanisce così una ghiotta occasione per raddoppiare e il Real Rieti pian piano risale la china, guadagnando campo. Vieira e Pedro Toro concludono in sequenza due volte pericolosamente da posizione centrale ma in entrambi i casi angolano troppo. Il Pescara torna ad essere pericoloso con Borruto che colpisce il palo alla sinistra di Micoli, tap in di Cuzzolino ma la conclusione viene murata dalla difesa del Rieti. La prima frazione si chiude con un diagonale potentissimo di Pedro Toro che però finisce abbondantemente a lato.

Il Real Rieti di Patriarca rientra in campo con tutta l’intenzione di alzare il ritmo della partita e nei primi due minuti della ripresa torna ad essere pericoloso con altre due conclusioni ben neutralizzate da Antonio Capuozzo. È invece il Pescara a ritrovare la via del gol con Cuzzolino, che ribatte in rete un tiro velenosissimo di Borruto respinto con un prodigio da Micoli. 2-0 ma il Rieti non molla, schiumando rabbiosamente. Sale sugli scudi ancora una volta Capuozzo con due parate antologiche compiute sui tiri del solito Pedro Toro e di Rafinha. Al minuto 6 il Rieti accorcia le distanze sfruttando una disattenzione della difesa biancazzurra. Jeffe serve Saul che scarica un bolide nella porta biancazzurra. Potrebbe essere questo il preludio ad un pareggio ma Salas trafigge beffardamente Micoli che devia nella sua porta l’angolo battuto dal Cholito. Pescara da questo momento, pur sollecitata dagli attacchi dei reatini va in controllo della gara. Mancano poco più di 5’ ala fine, quando Pedro Toro, sempre lui, dopo aver evitato il portiere biancazzurro in uscita scarica nella rete sguarnita da posizione angolatissima. Siamo sul 3-2 e in casa biancazzurra si inizia a temere la beffa. Ma il Pescara è squadra pragmatica e chiude il conto con Rosa a soli 24” dalla sirena. Game over e partita in ghiaccio, tutto qui. Spazio al trionfo finale con Ghiotti, unico giocatore del campionato nostrano, capace di aggiudicarsi tutte le competizioni italiane con l’aggiunta della Uefa Futsal Cup.
REAL RIETI-PESCARA 2-4 (0-1 p.t.)

REAL RIETI: Micoli, Jeffe, Rafinha, Vieira, Cesaroni, Halimi, Corsini, Martinelli, Romano, Pedro Toro, Saul, Guennounna. All. Patriarca

PESCARA: Capuozzo, Canal, Cuzzolino, Ghiotti, Borruto, Pulvirenti, Salas, Duarte, Rosa, De Luca, Azzoni, Pietrangelo. All. Colini

MARCATORI: 1’02” p.t. Canal (P), 3’35” s.t. Cuzzolino (P), 5’24” Saul (R), 6’40” aut. Micoli (R), 14’53” Pedro Toro (R), 19’34” Rosa (P)

AMMONITI: Rafinha (R), Saul (R), Pedro Toro (R), Borruto (P), Ghiotti (P), Capuozzo (P), Salas (P), Halimi (R), Canal (P)

NOTE: all’8’06” p.t. Cuzzolino (P) calcia alto un tiro libero

ARBITRI: Andrea Sabatini (Bologna), Ettore Quarti (Imperia), Massimo Tiberio (Teramo)  CRONO: Marco Di Filippo (Teramo)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *