Calcio a cinque, Kaos vs Pescara 3-3

Come è ormai tradizione da qualche anno, tra Kaos e Pescara va in scena al Pala Hilton Pharma una gara intensa e giocata sul filo dell’equilibrio. Alla fine il risultato è giusto ma se una delle due squadre esce dal parquet con un po’ d’amarezza e di rammarico, per non aver incassata l’intera posta in palio, questo è di sicuro il Pescara.

CRONACA

Il Pescara parte aggressivo e alto ma un eccesso di foga agonistica lo induce ad esaurire il bonus falli dopo soli 5’ di gioco. Colini di necessità abbassa la fase difensiva, concedendo campo agli avversari. Il momento è propizio per gli estensi che trovano dopo 7’18” il gol del vantaggio, grazie ad una rasoiata di Saad che non lascia scampo a Capuozzo. Passano soli 12” e il Pescara trova subito la via del pareggio con super bomber Mati Rosa, che, su azione susseguente ad un tiro d’angolo calciato da Leandro Cuzzolino, riceve palla di spalle e fulmineamente si gira su se stesso per poi far partire una bordata che lascia di stucco Tim. La gara a questo punto si elettrizza: Borruto salva sulla linea un tiro di Ercolessi e Waltinho colpisce la traversa dopo aver ricevuto da Ghiotti un passaggio scaricato all’indietro. Il Pescara arretra sotto gli attacchi veementi di Ercolessi e compagni ma a far falli in questa fase sono solo quelli del Kaos. i biancazzurri non si scompongono e tornano in vantaggio. Ore 18.16” gol dal dischetto del tiro libero di Cuzzolino, che calcia di potenza, piegando le mani al portiere. Il tempo ormai è quasi scaduto, quando Kakà sugli sviluppi di un angolo si libera in un amen di Caputo e lascia partire un bolide che s’insacca in rete senza che Capuozzo possa neanche abbozzare la parata. 2-2 e tutti negli spogliatoi per il ristoro.

Quando si riparte, il nervosismo la fa ancora da padrone e a farne le spese è proprio Caputo, mandato anzitempo sotto la doccia. Il Pescara lotta alla grande e in inferiorità numerica riesce a sostenere sino in fondo gli attacchi degli estensi, Partita in equilibrio, ma in quanto a numero di occasioni è più Pescara che Kaos. Waltinho colpisce la traversa, Borruto evita il portiere in uscita ma non riesce a trovare l’angolo di tiro. Trascorrono i minuti e come nel primo tempo così anche nel secondo i biancazzurri arrivano velocemente al quinto fallo. Corre, infatti, il quinto minuto quando Cuzzolino colpisce la palla con un gomito. Il Kaos però di questa sera non sa approfittarne, al contrario di Titi Borruto che servito da Cuzzolino su schema di calcio di punizione manda la palla all’incrocio, riportando i biancazzurri in vantaggio per 3-2. Trascorrono solo 12” e il Kaos pareggia dopo una ribattuta con l’ex biancazzurro Ercolessi. 3-3 e il risultato non cambierà più, nonostante il Pescara abbia a sua disposizione con Rosa e Borruto due nitidissime occasione per chiudere la gara.

KAOS FUTSAL-PESCARA 3-3 (2-2 p.t.)
KAOS: Timm, Ercolessi, Schininà, Peric, KakàGabriel, Mateus, Titon, Di Guida, Salas, Saad, Putano. All. Fernandez

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Ghiotti, Canal, Borruto, Pulvirenti, Rosa, Waltinho, Cuzzolino, De Luca, Rosa, Pietrangelo. All. Colini
MARCATORI: 718’’ p.t. Saad (K), 730’’ Rosa (P), 1816’’ t.l. Cuzzolino (P), 1938’’ Kakà (K), 1346’’ s.t. Borruto (P), 1358’’ Ercolessi (P)
AMMONITI: Caputo (P), Saad (K), Mateus (K), Titon (K), Borruto (P) 

NOTE: al 317s.t. espulso Caputo (P) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Carmelo Loddo (Reggio Calabria), Giuseppe Parente (Como), Riccardo Davì (Bologna) CRONO: Libera Maria Bisceglia (Bologna)

#WeArePescara

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *