Abruzzo Mtb Cup, la carica dei 400 all’AmAbruzzo Bike Marathon nel segno del colombiano Paez

AmAbruzzo Bike Marathon 2016 partenza (2)A Rivisondoli, l’AmAbruzzo Marathon è stato un successo di atleti e di pubblico che ha proiettato la manifestazione organizzata dall’Asd Corona d’Abruzzo tra quelle di rilievo del ciclismo fuoristrada nazionale per la validità di prova dell’Italia Marathon Tour FCI e dell’Abruzzo Mtb Cup.

Rivisondoli non è solo una meta conosciuta per gli amanti degli sci: ad oggi la mountain bike ha permesso ai 400 bikers (provenienti da quasi tutta la penisola) di scoprire una natura incontaminata e paesaggi mozzafiato nella incantevole e selvaggia bellezza all’ombra del Parco nazionale della Majella.

Grazie alla sua vittoria in perfetta solitudine sul percorso marathon di 78 chilometri, il colombiano Hector Leonardo Paez Leon (Olympia Polimedical – 1°open) ha battezzato con un grande exploit questa edizione di lusso dell’AmAbruzzo Marathon con tanto di complimenti all’organizzazione per l’elevato tasso tecnico del percorso, l’ospitalità e la cura nei dettagli.

La top 5 della gara regina è stata completata da Diego Alfonso Arias Cuervo (Reparto Sport Leecougan), Pietro Sarai (Olympia Polimedical), Julio Humberto Caro Silva (Santiago Tunia)  e Adriano Caratide (Reparto Sport Leecougan), sul medesimo percorso in evidenza i vincitori di categoria Andrea Zampedri (Isolpi Racing Team) tra gli élite sport, Giuseppe Natalini (D’Ascenzo Bike) tra i master 1, Luigi Ferritto (Team Giannini) tra i master 2, Guido Cappelli (Cicli Rebike Fondi) tra i master 3, Domenico Romito (Bike Farm Race Team) tra i master 4, Angelo Campana (Rampiclub Barrea) tra i master 5, Antonello Paone (Team Bike a Ruota Libera) tra i master 6 e  Pio Tullio (Ciclistica L’Aquila-A.Picco) tra i master 7 over.

Al femminile la regina è stata Mara Fumagalli (KTM Protek Dama – 1°donna open), protagonista di una netta vittoria lasciandosi alle proprie spalle Sara D’Angelo (Crazy Bike – 1°master donna), Beatrice Mistretta (Cicli Taddei) e Lorena Pizzica (MKG Cycling Team).

Non da meno sono stati coloro che hanno preso parte alla granfondo di 58 chilometri con il primato assoluto ad appannaggio di Vincenzo Della Rocca (Cubulteria World Bike Store – 1°master 2) davanti a Paolo Fragassi (Cerrano Outdoor – 1°juniores) e Francesco Favale (Heraclea Bike), in evidenza su questo tracciato anche Alessandro Iannaccone (Isernia Bike Team) tra gli élite sport, Andrea Giampietro (Vastese Inn Bike) tra i master junior, Emilio Bontempo (Molise Tour Bike) tra i master 1, Amleto Nuccetelli (Dynamica Mtb) tra i master 3,  Gennarino Musilli (Rampiclub Barrea) tra i master 4,  Michele Luigi Rubeis (Ciclistica L’Aquila-A. Picco) tra i master 5, Francesco Centurame (MKG Cycling Team) tra i master 6 e Glauco Bucci (Giegisport Aran Cucine) tra i master 7 over.

Tra le donne la prima a presentarsi sotto l’arrivo è stata Loredana Varlese (Cicli Rebike Fondi), in luce anche Ilaria Colantonio (Asd Balzano&Gigante), Ionela Luminita Molinaro (Paola Bike Team), Manuela Rinaldi (Velo Club Cingoli), Luisa Rita Di Iorio (Bike Shock Team), Barbara Pizzi (Avezzano Cycling Team) e Fabiola Simonetti (‘Na Pedalata-Na’ Magnata).

Un evento nobilitato dalla presenza di Renato Di Rocco (presidente della Federazione Ciclistica Italiana), unitamente a quella di Mauro Marrone (presidente della Federciclismo Abruzzo) e di Roberto Ciampaglia (sindaco di Rivisondoli), con l’auspicio che l’AmAbruzzo Bike Marathon possa raggiungere in breve tempo il target di eventi del calibro di Selleronda Hero e Dolomiti Superbike, offrendo un valido prodotto sul piano tecnico, sportivo e paesaggistico che non ha nulla da invidiare alle manifestazioni di punta del ciclismo off-road del Nord Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *