2016: un cono nello spazio, dieci racconti dal gusto galattico

Al via il progetto “2016: un cono nello spazio, Dieci racconti dal gusto galattico” ideato dall’azienda teramana Ali d’Oro, con la pubblicazione, sul sito http://www.alidoro.it, del racconto di Giovanni Agnoloni “Il festival alieno”.

Giovanni Agnoloni (Firenze, 1976) è scrittore, traduttore e blogger. È autore dei romanzi “Sentieri di notte” (Galaad Edizioni, 2012; pubblicato anche in spagnolo come “Senderos de noche”, El Barco Ebrio 2014), “Partita di anime” (Galaad, 2014) e “La casa degli anonimi” (Galaad, 2014), che fanno parte della serie letteraria “della fine di internet”, il cui ultimo episodio sarà edito nell’autunno 2016. Membro dell’avanguardia connettivista, ha inoltre pubblicato tre saggi imperniati sulle opere di J.R.R. Tolkien, ed è curatore di una raccolta internazionale di articoli sul tema. Ospite di residenze letterarie in Italia, Croazia, Danimarca, Spagna e Slovenia, ha tradotto libri di Jorge Mario Bergoglio, Amir Valle, Peter Straub e Noble Smith, e saggi su J.R.R. Tolkien e Roberto Bolaño. Il suo sito è http://giovanniag.wordpress.com.

Il volume, edito dalla Duende Edizioni di Paolo Ruggieri e Paola Vagnozzi e curato dalla giornalista Antonella Gaita, racchiuderà dieci racconti firmati da giornalisti e scrittori: Giovanni Agnoloni, Valeria Bellagamba, Tiziana Bronzato, Alessandro Di Emidio, Luca Maggitti, Marino Magliani, Rino Orsatti, Gabriella Santini, Michele Toniolo, Antonio Tricomi.

Il ricavato dell’iniziativa sarà interamente devoluto alla Fondazione Anffas Onlus di Teramo (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale).

Il titolo dell’edizione di quest’anno, “2016: un cono nello spazio. Dieci racconti dal gusto galattico”, è un omaggio alla fantascienza e a uno dei più celebri capolavori cinematografici del genere, 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick.

NOTE

Nel 2012, grazie all’antologia Il cono si racconta, è stato possibile realizzare, a soli quattro mesi dalla sua presentazione, una palestra per disabili in età preadolescenziale. Mentre Il senso del gelato (2013) ha permesso di acquistare, sempre nell’ambito di un progetto dell’Anffas, tre lavagne multimediali di supporto ai processi di apprendimento. Nel 2014, grazie a L’amore è un gelato meraviglioso, è stato sostenuto il progetto logopedico “EduchiAmo”, con l’acquisto di quattro Personal Computer dotati di ausili facilitatori e relativi programmi riabilitativi specifici che è stato inaugurato il 30 aprile. Lo scorso anno, Dieci piccoli coni. Il gusto del mistero in dieci racconti, oltre ad aver omaggiato la letteratura gialla e il più venduto fra i capolavori del mystery, Dieci piccoli indiani di Agatha Christie, ha consentito la realizzazione del progetto: “AFA – Attività Fisica Adattata” intesa come programmi di esercizio svolti in gruppi appositamente predisposti finalizzati alla modificazione dello stile di vita in ottica di prevenzione secondaria e terziaria delle disabilità.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *